È morto Martin Landau, attore dalle tante vite e tante carriere

Share

È morto Martin Landau, attore dalle tante vite e tante carriere

Nel 1970 lo troviamo nel film italiano Rosolino Paternò, soldato... di Nanni Loy, ma questo decennio lo vedrà impegnato principalmente nel settore televisivo, con il successo della serie fantascientifica Spazio 1999.

Si è spento sabato a Los Angeles Martin Landau, attore premio Oscar come migliore attore non protagonista per l'interpretazione in "Ed Wood" di Tim Burton e noto anche come il comandante Koenig di "Spazio 1999". Nella sua lunga carriera tra cinema e televisione, Landau e' apparso in numerosi serie tv tra cui 'Missione Impossibile' e 'Spazio 1999'.

Nato a Brooklyn (New York) il 20 giugno 1928, Landau ha lavorato come disegnatore per il New York Daily News prima di iniziare la sua carriera come attore nel 1950. Il sogno di Martin Landau è tuttavia diventare attore: nel 1951, a 23 anni, debutta con Detective Story in un teatro del Maine.Nel 1955, assieme ad altri 2.000 partecipanti, tenta l'audizione per entrare all'Actor's Studio, la prestigiosa scuola attoriale di Lee Strasberg: solo lui e Steve McQueen vengono ammessi. Tra le sue apparizioni, Intrigo internazionale, del 1959 di Alfred Hitchcock. Per i fan di "Star Trek", invece, Landau resterà famoso per essersi rifiutato di interpretare il ruolo di mister Spock, offertogli dal creatore della serie Gene Roddenberry. L'Oscar quale miglior attore non protagonista giunge nel 1995 e premia la sua interpretazione di un anziano e sofferente Bela Lugosi in Ed Wood (1994), per la regia di Tim Burton.

Il popolo dei social piange Martin Landau, l'amato Capitano di Spazio 1999 in una mattinata in cui le lacrime non mancano soprattutto per gli amanti del cinema. "Crimini e Misfatti" (1989) insieme a Woody Allen è un altro piccolo capolavoro.

Dal 1990 era legato all'attrice Gretchen Becker.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.