È morto George A. Romero, autore de "La notte dei morti viventi"

Share

È morto George A. Romero, autore de

"È morto serenamente nel sonno dopo una breve ma aggressiva battaglia contro il cancro ai polmoni, lasciando la sua amorevole famiglia, molti amici e un'eredità cinematografica che resiste al trascorrere del tempo". Feroci, razzisti e violenti, non tanto distanti in fondo da film come "Soldato blu" e "Apocalypse now".

E' nota l'amicizia tra Romero e il regista Dario Argento, che si è tradotta in un duraturo sodalizio professionale a partire dalla collaborazione per il montaggio di Zombi. Avrei iniziato la mia carriera in maniera molto diversa.

Romero era nato il 4 febbraio 1940 nel quartiere Bronx di New York, da padre cubano e madre lituano-statunitense. "Dobbiamo ritornare al 1968, alla guerra in Vietnam, al cinema americano in crisi, per renderci conto dell'effetto che fece sui ragazzi di tutto il mondo La notte dei morti viventi, un film poverissimo, girato in bianco e nero, dove le regole del cinema commerciale erano finalmente sovvertite, l'eroe poteva essere un nero e i vincitori i morti viventi". Il film divenne un vero e proprio cult negli anni settanta ed è considerato anche il film che ha codificato il genere zombie movie. Seguirono sequel, remake, fumetti, canzoni. Anche se non acclamati come il film d'esordio o alcune delle pellicole successive, tutti questi film contengono, come "firma"dell'autore, una forte critica sociale, legata alla trama di genere horror della pellicola". Come la maggior parte dei film di Romero vennero girati nei dintorni della sua città, Pittsburgh. Nel 1993 dirige La metà oscura, che si rivela un flop.

Lui che aveva raccontato morti violente e mostri senza pietà, ha chiesto di ascoltare la colonna sonora di Un uomo tranquillo negli ultimi istanti di vita.

Brutte notizie per gli amanti del cinema horror.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.