La7 con Gruber, Formigli e Guzzanti

Share

La7 con Gruber, Formigli e Guzzanti

Tornano anche per la prossima stagione tutte le firme più prestigiose del giornalismo di La7.

"Abbiamo rinnovato il contratto anche a Giovanni Minoli, che tornerà la domenica con il suo Faccia a Faccia e a Corrado Formigli, sempre al timone di Piazzapulita".

Il daytime di La7 vede riconfermati tutti i programmi già in onda: si inizia con Omnibus con Alessandra Sardoni e Gaia Tortora, per proseguire con Coffee Break con Andrea Pancani e L'Aria che tira con Myrta Merlino.

L'attore e regista su La7 introdurrà personalmente alcuni film in cui egli stesso recita, come Palombella Rossa, Caro Diario, La stanza del figlio, Aprile ed Il Caimano. Addio invece a "La gabbia" (ma non a Paragone) e a "Eccezionale Veramente". "Che la7 si sposti a sinistra non è assolutamente vero - ha detto Cairo -". "Si suppone che le elezioni politiche si terranno a febbraio o marzo e quindi - ha osservato Cairo - abbiamo davanti sei mesi in cui analisi e approfondimenti saranno importanti". Ha fondato e cura i siti di un'associazione culturale e musicale, di un'orchestra siciliana e di un cantante italiano. La copertina all'interno del programma di Floris è una vetrina politica ma anche mediatica: ancora da capire se ci saranno Luca e Paolo. "Una trasmissione che si è consolidata, con una capacità di stare sulle notizie del giorno in maniera unica". E la Gruber, addirittura, s'è presa a carico un impegno quinquennale, confermandosi punta di diamante de La7 fino alla fine del 2022.

Per quel che riguarda Zoro, al secolo Diego Bianchi, si parla invece di un "nuovo progetto televisivo per informare e divertire in maniera originale". E, poi Mentana ha inventato un genere con la sua 'Maratona di Mentana' che ha raggiunto un picco di quasi il 12% durante la famosa notte del referendum.

Subito dopo Otto e mezzo, a partire da novembre, ci sarà una novità: una cartolina satirica curata da Corrado Guzzanti, una delle importanti new entry di quest'anno. A condurlo sarà Andrea Purgatori.

Oltre a Paragone, torneranno anche David Parenzo e Luca Telese. "Lui ha fatto la sua scelta, ma forse ha fatto più fatica rispetto alla sua previsione". Con Andrea Salerno sta ragionando su qualche ipotesi, ma "Sicuramente sarà in video" assicura Cairo che lo vedrebbe bene con inchieste sul campo. In attesa di annunci ufficiali, invece, la composizione della giuria: molto probabile l'arrivo di Christian De Sica nelle vesti di presidente.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.