Dragoni, brutale omicidio: donna uccisa a colpi di pistola

Share

Dragoni, brutale omicidio: donna uccisa a colpi di pistola

Due femminicidi in poche ore. Per gli investigatori l'assassino è Massimo Bianchi, di 61 anni, che è stato immediatamente arrestato dai militari dell'Arma.

Un destino già scritto quello di Maria Tino, donna 49enne uccisa a Dragoni (Caserta) dal suo attuale convivente con tre colpi d'arma da fuoco al torace. A quel punto il compagno è rimasto accanto al corpo esanime, a vegliarlo, in attesa che arrivassero i carabinieri ed impedendo a chiunque di avvicinarsi. riproduzione riservata ®. Lui è un dipendente della Comunità Montana di Monte Maggiore, Caserta, mentre lei lavorava come sarta e lascia due figli.

Secondo una prima ricostruzione, si tratterebbe di una vera e propria esecuzione. Lei era diventata un simbolo della violenza contro le donne, perchè solo un anno prima, il suo ex marito, per lo stesso identico motivo, le ha inflitto ben 25 coltellate. Bianchi l'ha finita in strada con tre colpi di pistola. Forse non ha avuto neanche il tempo di capire cosa stesse per accadere e che quelli erano gli ultimi momenti di vita per lei, o se l'ha capito è stata veramente una questione di attimi. I due, ha raccontato l'uomo ai carabinieri e al pm Giuseppe Dentamnaro, stavano litigando e sarebbe stata lei ad aggredirlo minacciando di colpirlo con un coltello.

Una donna di 49 anni è stato uccisa ieri pomeriggio dal suo compagno.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.