Tutto pronto in piazza per il Corpus Domini 2017

Share

Tutto pronto in piazza per il Corpus Domini 2017

Il papa Urbano IV, con bolla "Transiturus" dell'11 agosto 1264, estese la solennità a tutta la Chiesa. Nel 1264 avvenne il grande miracolo eucaristico di Bolsena: durante la celebrazione della messa, dall'ostia consacrata caddero alcune gocce di sangue che macchiarono il corporale oggi conservato nel duomo di Orvieto. La notte precedente il Corpus Domini si lavora incessantemente; il paese si anima di voci e colori.

Gv 6,51-58 (Gesù disse alla folla): 51 Io sono il pane vivente, quello disceso dal cielo.

"Chi mangia questo pane vivrà in eterno" (v. 58). Vogliamo sapere se le nostre celebrazioni eucaristiche sono vere o false? I raggi luminosi significano che lo Spirito ci guida alla Verità tutta intera, le fiammelle di fuoco rimandano alla Pentecoste e ai sette doni dello Spirito Santo. Ci basta, infatti, sapere che Lui è in mezzo a noi, che non ci abbandona mai, che vuole farci partecipare alla Comunione con Lui, essere nutriti di Lui, pane di vita. Il pane che darà è la sua carne, letteralmente sárx, un termine che designa, dal punto di vista biblico, precisamente la fragilità umana dinanzi all'onnipotenza divina.

Nel pomeriggio avverse condizioni meteorologiche, con un violento temporale hanno afflitto i tanti volontari parrocchiali intenti a preparare le tradizionali infiorate per il passaggio di Gesù, tanto da far pensare di non poter realizzare la Processione del Corpus Domini. Un uomo che è nato, vissuto e morto come ogni figlio di Adamo (cf. Lc 3,38): "humanissimus, come amavano definirlo i padri monastici medievali!"

Si è svolta, come di consueto, oggi, la processione che chiude il ciclo delle feste del periodo post pasquale e celebra il mistero dell'Eucaristia istituita da Gesù nell'Ultima Cena. Quanto male fanno le parole quando sono mosse da sentimenti di protagonismo, gelosia, invidia...! Nei giorni scorsi aveva fatto sapere di questo suo desiderio al cardinale Vallini il quale gli ha predisposto l'incontro cercando di renderlo il più possibile concentrato su di loro. Divieto di sosta con rimozione anche in l.go Barbella e in via dei Domenicani, domenica dalle 7 alle 22, e in piazza Templi Romani (dall'intersezione con via dei Vezii all'intersezione con via Lanciani), via Lanciani, largo S. Gaetano, via M. V. Marcello, via Vicentini, in piazza Trento e Trieste nell'area di sosta antistante l'ingresso del Seminario dalle ore 15 alle 22. No né una qualsiasi comunione come fra persone umane: è immensamente di più.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.