Trionfa Melandri: "Momento magico Ducati"

Share

Trionfa Melandri:

Fantastica vittoria di Marco Melandri, che fa suonare l'inno di Mameli a Misano. Una vittoria inseguita dal pilota di Ravenna, che riscatta la delusione della casa di Borgo Panigale dopo lo sciagurato sabato. Benissimo ha fatto Jordi Torres su BMW e Tom Sykes, il primo ha dato spettacolo sul circuito dedicato a Marco Simoncelli, il secondo è stato autore di una ottima prima gara. Vincere qui con Marco credo che sia importante. "Poi una vittoria in Italia di un italiano su una moto italiana è qualcosa di magico". "La vittoria è arrivata tardi ma nel migliore dei modi, davanti a Gigi Dall'Igna e a tutti i ragazzi - afferma Melandri ai microfoni di Italia 1 -.E' fantastico, possiamo giocarcela a questo livello tutte le domeniche". "Dopo le difficoltà di ieri con l'anteriore, abbiamo fatto una piccola modifica di geometria, niente di particolare, ma che ci ha permesso di rendere più stabile la moto e nel warm-up aveva funzionato bene". Il leader del mondiale, Rea, con la sua Kawasaki ha intenzione di non accontentarsi del secondo posto, ma non deve fare troppa fatica per portarsi in prima postazione perché Van Der Mark al giro 15 cade, lasciando via libera al britannico. Sono quindi un po' deluso, è andata meglio rispetto a Gara 1, ma mi aspettavo di più.

Il momento che ha deciso la gara è andato in scena all'ultimo giro: Chaz Davies (Ducati) è scivolato mentre era in testa a tre curve dalla fine ed è stato colpito da Rea (che lo seguiva a pochi metri di distanza): mentre il nordirlandese che è stato in grado di ripartire e concludere la gara in terza posizione (dietro al vincitore Sykes e a Lowes), Davies è stato trasportato in ospedale per accertamenti. Spero che Chaz si rimetta in fretta, la sua è stata una brutta caduta ma fortunatamente senza gravi conseguenze. Come ho spiegato al rientro al box, bisogna capire perché siamo stati così poco consistenti all'inizio. Il quarto posto di Gara-1 è sicuramente un bel piazzamento, che fortifica la sua classe, una manna per il team privato Althea, ma il gara-2 stava per compiersi il capolavoro.

Sykes ha vinto principalmente per gli errori altrui: il primo a cadere è stato l'olandese di Yamaha Michael Van Der Mark, per un probabile problema di stallonamento alla gomma posteriore.

Raffaele De Rosa (Althea BMW Racing Team) ha tagliato il traguardo in settima posizione, seguito da Randy Krummenacher, Leandro Mercado (IODARacing) e Stefan Bradl (Red Bull Honda World Superbike Team) che completano la top 10.

La prima parte di gara vede al comando lo Spagnolo Xavi Forès, costretto al ritiro dopo soli sei giri.

Sulla griglia di partenza i piloti in prima fila sembrano essere molto fiduciosi per quanto riguarda il loro ritmo gara, unica incognita della corsa sarà il caldo e di conseguenza il consumo delle gomme. Passano Sykes, Rea e Melandri.

Il grande giorno è finalmente arrivato per Marco Melandri.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.