Trafficavano sostanze dopanti e droga, tredici arresti a Bari

Share

Trafficavano sostanze dopanti e droga, tredici arresti a Bari

Nelle prime ore di questa mattina militari della Guardia di Finanza - Gruppo Pronto Impiego di Bari hanno dato esecuzione all'ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal G.I.P. del Tribunale di Bari - su richiesta di questa Procura - nei confronti di 13 persone.

L'operazione denominata "Body and drugs" ha fatto emergere un remunerativo mercato occulto, alimentato anche da palestre nell'hinterland barese.

La complessa attività d'indagine con intercettazioni telefoniche ed ambientali, è stata avviata in seguito al sequestro - in occasione di un controllo stradale al casello Bari Nord - di sostanze dopanti ed ha consentito di accertare, tra l'altro, l'illecita commercializzazione del farmaco Saizen prodotto dalla Merck Serono s.p.a. A Sannino e al cognato Giangaspero - soggetto già noto agli inquirenti per via dei suoi precedenti penali - è contestato anche il reato di tentata rapina in danno di un autoarticolato adibito al trasporto del farmaco Saizen.

Gli arrestati sono: Giammaria Giuseppe, Novelli Adriano, Colella Marco, Giangaspero Michele (custodia cautelare in carcere), Sannino Dario, De Santis Saverio, Ludovico Domenico, Tedesco Nicola, Montemurro Francesco, Alberto Michele, Favia Tommaso, Palumbo Vincenzo e Favia Michele (arresti domiciliari). Un dipendente di uno stabilimento della azienda farmaceutica Merck Serono con sede a Bari, Dario Sannino, avrebbe ricoperto, secondo l'accusa, un ruolo centrale in una delle due organizzazioni. Nella palestra sono state sequestrate anche numerose altre sostanze stupefacenti o anabolizzanti, come testosterone, nandrolone, metenolone. Sono state accertate da parte del Giammaria, del Colella, di Tommaso Favia e Vincenzo Palumbo, condotte di detenzione/spendita di banconote false da 20 e 50 euro.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.