Terrorismo, assalto a un ministero: arrestato a Caracas un italiano

Share

Terrorismo, assalto a un ministero: arrestato a Caracas un italiano

L'accusa nei confronti di Angel da parte delle autorità venezuelane sarebbe addirittura quella di terrorismo, un'accusa gravissima stando al delicato scenario politico in cui si trova il Paese. La notizia e' stata confermata dalla Farnesina che segue da vicino il caso attraverso l'ambasciata e ha inviato un funzionario a visitarlo.

Un 25enne italo-venezuelano, Angel Faria Fiorentini, un paramedico originario di Molfetta (Bari) è stato arrestato a Caracas durante una manifestazione contro il Presidente Maduro ed è da giorni trattenuto dalla Guardia nazionale bolivariana. Il consolato di Caracas è in contatto costante con la famiglia e il legale del connazionale e sta cercando di organizzare una visita, sottolineano le fonti. Secondo la versione ufficiale del Governo il ragazzo avrebbe partecipato a un attacco alla sede locale del Ministero dell'Edilizia e al Consiglio nazionale della Magistratura che avrebbe richiesto l'intervento delle forze dell'ordine. "E' una cosa inconcepibile, fuori dal mondo, basata su accuse assolutamente insensate o inventate". Ora Angel, madre italiana e padre venezuelano, rischia tantissimo. Ma è innocente, non ha fatto nulla. Perillo ha però nega che l'azione di protesta sia stata così violenta.

Sulla questione è intervenuto anche il premier italiano Paolo Gentiloni che, insieme allo spagnolo Mariano Rajoy, ha invitato il presidente sudamericano Maduro a rispettare i diritti: "Chiediamo che Maduro e il suo governo non reprimano il dissenso e garantiscano i diritti umani, incluso quello a manifestare pacificamente".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.