Terremoto tra Umbria e Marche, scossa e panico tra la popolazione

Share

Terremoto tra Umbria e Marche, scossa e panico tra la popolazione

Il nuovo terremoto registrato alle 2:36 della notte tra mercoledì e giovedì 2 giugno ha avuto come epicentro la zona di Ascoli Piceno, a soli sei chilometri da Arquata del Tronto, dieci da Montegallo e undici da Norcia. La magnitudo è stata di 3.6 ed è avvenuta a 10 km di profondità, quanto basta per essere avvertita perfettamente dalla popolazione.

La scossa tellurica è stata localizzata dalla Sala Sismica dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) di Roma.

Sisma, l'Italia centrale continua a tremare in due zone differenti - Le scosse di terremoto in Italia centrale non sembrano voler ancora terminare. Alcuni comuni, entro 20 km dall'epicentro, in cui sono state registrate le scosse telluriche: Diamante, Belvedere Marittimo, Buonvicino, Maierà, Grisolia, Sangineto, Bonifati, Santa Maria del Cedro, Verbicaro, Sant'Agata di Esaro.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.