Superbike, a Misano il primo round è di Sykes: paura per Davies

Share

Superbike, a Misano il primo round è di Sykes: paura per Davies

Dopo la vittoria di sabato Tom Sykes si aspettava di poter lottare per il successo anche oggi, dopo il tempo fatto nel warm-up della mattina. Fine settimana positivo anche per Marco Melandri, che nonostante i problemi di chattering riesce ad occupare la terza posizione.

Chaz Davies mentre cercava di difendere la prima posizione dall'assalto di Jonathan Rea è caduto a terra sul tracciato finendo sulla traiettoria del pilota della Kawasaki che non è riuscito ad evitarlo e lo ha così investito. "Vorrei dedicare questa vittoria a Chaz perché ieri se la giocava lui la vittoria, sarebbe bello fare una doppietta assieme spesso, per tutti i ragazzi che lavorano nel garage per noi". Si è lamentato Jonathan Rea, 2° di giornata. Il gallese è poi stato trasportato in ambulanza a Rimini per effettuare una Tac, che ha evidenziato la frattura del processo trasverso della vertebra L3. I motori rombano ed i piloti mollano la frizione: il gran premio di Misano può avere inizio.

Luca Colaiacovo, presidente della Santamonica SpA, ha espresso la sua gioia in questo rinnovo: "Col WorldSBK c'è un legame storico ed affettivo che si traduce nell'impegno concreto per migliorare ogni anno la struttura che l'accoglie". I sorpassi sono emozionanti e Davies comincia l'ultimo giro in testa. Rinaldi parte davanti, ma Sandi gli è addosso e lo passa al primo giro. La manche è stata ondizionata da tante cadute, tra le quali quella di Michael Van Der Mark (Yamaha) che si trovava al comando (cedimento improvviso del pneumatico posteriore). Melandri quarto, prova a tenere la cosa dei primi. Macio ha poi ripreso la corsa chiudendo al quindicesimo posto.

Van Der Mark ha quindi abbozzato un tentativo di fuga, con Davies non in grado di tenere il passo dell'olandese.

Il merito di questa vittoria non è completamente suo.

Grande soddisfazione anche nelle parole di Gigi Dall'igna: "Sicuramente stiamo facendo dei grandissimi risultati sportivi, vincere con Marco è importante perché è un pilota che abbiamo contribuito a recuperare e ci fa molto piacere, e poi che vinca un pilota italiano su una moto italiana su una pista italiana è fantastico". La caduta però lascia via libera per la vittoria a Tom Sykes. Arrivato al centro medico, pare che il pilota Ducati accusi, a ragione, solo un dolore alla schiena.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.