Siria, Russia: jet coalizione a Ovest Eufrate obiettivi da ora

Share

Siria, Russia: jet coalizione a Ovest Eufrate obiettivi da ora

Parole di fuoco. Parole di guerra, quelle pronunciate dal ministero della Difesa russo in un comunicato in cui annuncia, dopo l'abbattimento di domenica da parte degli americani di un aereo militare siriano, la chiusura delle comunicazioni con gli Stati Uniti sulle operazioni militari in Siria. "L'attacco diretto a un aereo dell'aviazione governativa siriana è l'ulteriore passo verso un'escalation pericolosa". "Termina", continua Mosca, "la cooperazione con la parte americana nel quadro del memorandum per la prevenzione degli incidenti e per la garanzia della sicurezza dei voli nel corso dell'operazione in Siria".

Ryabkov ha poi ribadito che eventuali nuove sanzioni Usa alla Russia condurranno Mosca a ritorsioni.

Dopo l'abbattimento da parte della coalizione americana di un jet militare siriano che aveva sganciato bombe vicino ai combattenti delle Forze siriane democratiche (Fsd), sale la tensione tra Usa e Russia. "Numerose azioni belliche dell'aviazione americana presentate come 'lotta al terrorismo' contro le forze armate legittime di un Paese membro dell'Onu - concludono da Mosca - sono una brusca violazione del diritto internazionale e difatti un'aggressione bellica nei confronti della repubblica araba siriana". Lo riferisce l'ong Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus). Le forze di Damasco, anch'esse impegnate contro l'Isis, hanno compiuto una rapida avanzata nelle ultime settimane, arrivando ad una decina di chilometri a sud della base militare di Tabqa, controllata dai curdi.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.