Sava, arrestato il complice del tentato furto ad un Istituto scolastico

Share

Sava, arrestato il complice del tentato furto ad un Istituto scolastico

Tra i numerosi giovani intenti a riempirsi di schiuma nella pista di una discoteca del comprensorio ceramico reggiano, c'erano anche tre ragazzi che, approfittando del trambusto generato nello schiuma party, si impossessavano sia degli smartphone che delle catenine in oro che strappavano dal collo delle vittime intente a ballare. A dare l'allarme al 112 è stata una 20enne modenese che, accortasi di essere stata derubata del cellulare e avendo notato i tre autori fuggire su un'auto, si è messa al loro inseguimento. A causa dell'alta velocità li aveva persi di vista, ama i carabinieri aveva saputo fornire modello e targa dell'auto e direzione di fuga. I carabinieri di Casalgrande sono così riusciti ad intercettare l'auto a Veggia, fermandola ed identifcando gli occupanti in tre giovani abitanti in Val d'Enza. Fra questi c'era anche quello della ragazza modenese che ha lanciato l'allarme. "Il giovane, condotto in caserma, dopo le formalità di rito, veniva arrestato per tentato furto aggravato in concorso e, come disposto dal pm di turno, tradotto presso la propria abitazione per essere sottoposto agli arresti domiciliari, mentre il 26enne, riconosciuto e attivamente ricercato, veniva denunciato".

A Castelnuovo del Garda i Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato due pregiudicate rumene: sono state fermate e perquisite dai militari dell'Arma all'uscita di un supermercato dov'erano stati notati i loro movimenti sospetti. I tre sono stati arrestati e portati in carcere a disposizione della Procura reggiana.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.