Processo Tavares. Gessica torna in aula

Share

Processo Tavares. Gessica torna in aula

Riprende il processo che vede imputato Eddy Tavares di stalking nei confronti della ex fidanzata, Gessica Notaro, poi sfigurata con del liquido corrosivo che ha, nello stesso capoverdiano, il principale accusato.

Gessica ricorda il periodo dell'innamoramento e poi la successiva scoperta del tradimento da parte di Tavares: "Io era single da circa un anno mentre lui aveva un'altra donna che viveva a Milano ma, secondo Tavares, la loro storia era finita".

Proprio recentemente si è sottoposta a un nuovo intervento all'occhio: non sa se potrà recuperare la vista, ma intanto ha ricominciato a lavorare al Delfinario di Rimini con i leoni marini. "Non perderò un'udienza - ha ribadito in più occasioni - Non voglio vendetta, ma quella persona deve pagare per il male che mi ha fatto". Durante la testimonianza la ragazza ha spiegato che: "Tavares è stato l'amore più grande della mia vita, nonostante i tradimenti e le difficoltà nel rapporto per via degli atteggiamenti di lui. Quando ho iniziato a vedere le cose con lucidità ho preso forza e mi sono decisa a lasciarlo", ha detto Gessica. Per un istante, il suo sguardo ha incrociato quello di Edson Tavares ma durante la sua deposizione i due sono stati separati da un paravento, al fine di garantire la massima tranquillità possibile all'ex Miss sfregiata con l'acido. Lei non porta la benda all'occhio sinistro, dove ha già subito vari interventi chirurgici, per mostrare i segni dell'aggressione subita a gennaio. A quel punto, Gessica Notaro è stata costretta a rivolgersi alla polizia affinché venisse disposto un ammonimento a carico di Edson Tavares. Eddy si scusava di quei comportamenti, sostenendo che era una sorta di provocazione, e io ci ho voluto credere perchè non riuscivo a lasciarlo. "Lui mi ha detto: me la pagherai e ti rovinerò la vita senza toccarti con un dito. Io ero troppo innamorata e siamo tornati insieme nonostante lui avesse altre donne". Come molti di voi sapranno, la mia vita è cambiata radicalmente. "Quando ho visto cosa aveva in mano ho capito subito", ha raccontato. "Grazie di cuore Patrizia, grazie a Miss Italia e a voi ragazze un grandissimo in bocca al lupo". Nel gennaio del 2014, poi, l'ho sorpreso in auto con un'altra ragazza che si nascondevano da me. Quando stavamo insieme avevamo parlato del caso di Lucia Annibali. Tavares mi aveva inoltre messa in guardia da alcune persone sue conoscenti che avrebbero potuto tirarmi una secchiata di acido. "Non l'ho guardato negli occhi ma l'ho visto in faccia. Nella mia testa la paura c'era". Il pm Marino Cerioni ha chiesto di mettere il gesto agli atti in procura e di segnalarlo al Consiglio dell'Ordine.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.