Pensioni: oltre 11mila domande per Ape sociale e lavoratori precoci

Share

Ad ogni modo, alla presentazione della domanda di certificazione non è necessario possedere tutti i requisiti richiesti, ma solo quelli specificamente previsti per la categoria di lavoratori in cui si rientra (ad esclusione del periodo almeno trimestrale di conclusione della prestazione per la disoccupazione), oltre, ovviamente, per i lavoratori precoci, all'accredito di 12 mesi di contributi da effettivo lavoro prima del compimento dei 19 anni. Se dovesse essere presa in considerazione e approvata, la decisione del Governo riguardante la materia pensionistica potrebbe andare in vigore a partire dal 2019.

Le domande possono essere trasmesse esclusivamente in via telematica tramite i consueti canali istituzionali. Nella graduatoria generale avranno la precedenza i più anziani, cioè chi è più prossimo alla pensione vera e propria. La legge prevede che entro la fine dell'anno si emani un Decreto direttoriale: sarebbe opportuno che il Governo non procedesse in questa direzione e che convocasse il tavolo di confronto con i sindacati per affrontare la 'fase 2' del verbale sulla previdenza, sottoscritto lo scorso settembre. Per accedere all'Ape sociale bisogna inoltre possedere altri requisiti; assistere da almeno sei mesi il coniuge, l'unito civilmente o un parente di primo grado convivente (genitore, figlio) con handicap grave; possedere una invalidità civile di grado pari o superiore al 74%. Sia per i lavoratori vicini alla pensione, che vedrebbero spostarsi il traguardo ancora più in là. Si pensi ad esempio a chi si trova a percepire redditi di sostegno (come nel caso della Naspi), che risultano incompatibili con l'inoltro delle domande per APE e Q41. Per questo l'ipotesi è che venga spostata verso l'alto anche l'età della pensione, che potrebbe passare dai 66 anni e sette mesi di adesso a 67 anni. Ci sono, quindi, diverse possibilità che permettono di fare richiesta per anticipare il momento in cui si vuole smettere di lavorare.

Con la Riforma Fornero sarà possibile anticipare l'uscita dal lavoro grazie all' "opzione donna": tutte le donne del settore pubblico e privato, infatti, potranno accedere al prepensionamento, a patto di avere almeno 57 anni e 35 anni di contributi alle spalle. L'età pensionabile infatti deve necessariamente aumentare se ad allungarsi è anche la speranza di vita. Per l'anno 2017, le domande di APE sociale sono accolte entro il limite di spesa di 300 milioni di euro.

Ape Social e lavoratori precoci: dopo la pubblicazione dei decreti attuativi in Gazzetta Ufficiale e delle circolare Inps è tempo di presentare domanda di accesso alla pensione anticipata, con particolare attenzione a novità, tempi e regole Inps.

137 domande di accesso al pensionamento anticipato per precoci. Anche in questo caso, la domanda va presentata all'Inps entro il 15 luglio in caso di requisiti raggiunti entro il 2017 e entro il 1 marzo degli anni successivi per i requisiti che si raggiungono entro l'anno.

La giornata di lunedì, illustra Colombini, si "è svolta nel caos: il sistema informatico Inps ha subìto un blocco totale nelle prime ore della mattina, poi ha ripreso a funzionare, ma a rilento".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.