Pensionati: a luglio arriva la "nuova" quattordicesima

Share

Pensionati: a luglio arriva la

Gli iscritti alla gestione pubblica (ex Inpdap) che incasseranno la 14esima passano dagli 8.461 del 2016 ai 125.242 di quest'anno: tra i nuovi beneficiari saranno 23.849 quelli che prendono una pensione sotto la soglia di 1,5 volte il minimo (per i quali è prevista una maggiorazione) e 101.393 quelli che stanno invece tra 1,5 e 2 volte il minimo, coloro cioè cui l'extra arriva per la prima volta quest'anno. La legge di bilancio infatti ha previsto un aumento dell'importo di quattordicesima per i beneficiari con una pensione pari o inferiore a 1,5 volte il trattamento minimo e l'estensione del beneficio ai pensionati con assegni compresi fra 1,5 e 2 volte il trattamento minimo. A percepire la 14ma dunque saranno 3,57 milioni di pensionati contro i 2,12 mln del 2016 per una spesa complessiva di 1,72 mld rispetto agli 854 milioni dello scorso anno.

Sale ad oltre tre milioni e mezzo il numero dei pensionati che a luglio avranno la quattordicesima. Il 30% circa delle risorse stanziate (240 milioni di euro) andranno a pensionati con redditi relativamente elevati, mentre il 60% (480 milioni) andrà nelle tasche di soggetti che vivono in famiglie con un reddito basso.

Con la rata di pensione di luglio l'Inps provvederà, come ogni anno, all'erogazione della quattordicesima ai pensionati che ne hanno diritto. L' INPS prova quindi a mettere a disposizione le competenze dei propri esperti per agevolare al massimo l'accesso al proprio sito e fare in modo che gli assistiti possano ottenere molte delle informazioni che cercano senza muoversi da casa, evitando così dispendio economico e dando un contributo all'ambiente. Chi ha un reddito compreso tra 9.786,86 a 13.049,15 euro riceverà 336 euro fino a 15 anni di contributi, 420 euro tra 15 e 25 anni, 504 euro con contributi oltre 25 anni. Con la nuova quattordicesima il reddito disponibile annuo delle famiglie beneficiarie aumenterà in media dell'1,65% (circa 250 euro, poco meno di 21 euro al mese), con un incremento un po' maggiore (tra l'1,8% e il 2,6%) per i pensionati che vivono nelle famiglie con redditi più bassi.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.