Operazione "Mare sicuro 2017" della guardia costiera di Pozzallo

Share

Operazione

L'operazione, che si svolge sui litorali del Compartimento Marittimo di Milazzo e dell'Arcipelago Eoliano, prevede l'impiego di pattuglie via terra per verifiche alle strutture balneari con particolare riferimento a tutti gli apprestamenti e dotazioni inerenti la sicurezza della balneazione che sono prescritte dalla vigente Ordinanza della Capitaneria di Porto. Si intensificheranno, infatti, durante il periodo estivo anche le attività di tutela dell'ambiente con controlli sistematici lungo tutto il litorale sugli scarichi in mare, e di contrasto alla pesca illegale.

L'intero dispositivo, predisposto per garantire tranquillità e sicurezza a tutti gli utenti del mare e delle spiagge, prevede l'impiego di circa 80 militari, 5 mezzi terrestri, 9 unità navali di cui 4 unità costiere, 2 d'altura e 3 mezzi minori nonché, quando necessario, dei mezzi aerei del 3° Nucleo Aereo Guardia Costiera di Pescara.

Si potrà al contempo garantire una mirata azione informativa veicolata, di volta in volta, dai media locali intesa a sensibilizzare turisti e operatori tutti sulle tematiche legate alla sicurezza balneare, con il fine ultimo di accrescere la cultura nautica di bagnanti e fruitori delle nostre coste e del nostro mare.

Fondamentale per tale attività è sicuramente la collaborazione con il Servizio Nazionale 118, ulteriormente rafforzato quest'anno con la possibilità per il personale sanitario di imbarcare sulla Motovedetta CP 865, destinata esclusivamente all'attività di ricerca e soccorso in mare e che nei week-end sarà destinata presso Porto Venere, al fine di fornire la necessaria assistenza medica a persone bisognose di cure su unità navali ovvero su spiagge o tratti di costa particolarmente impervi o difficilmente raggiungibili via terra.

Riparte l'operazione Mare Sicuro.

Al termine dell'estate 2016, il bilancio dell'operazione "Mare Sicuro" ha registrato il soccorso a oltre 3.500 persone e 700 unità, con 50mila controlli sulle imbarcazioni da diporto.

L'impegno della Guardia Costiera sarà quindi massimo, come ogni anno, ma sarà arricchita da una più incisiva e continuativa attività di prevenzione, informazione e controllo che traguardi il pacifico esercizio delle attività di balneazione e diportista.

Nel dettaglio l'operazione Mare Sicuro, coordinata dalla Guardia Costiera di Livorno, vede il dispiegamento di 54 militari, 11 mezzi nautici, 11 postazioni dedicate nelle principali località a vocazione turistica, isole comprese.

"L'attività di prevenzione - ha detto l'ammiraglio Vincenzo Di Marco, direttore marittimo della Toscana - viene garantita dalla Guardia Costiera, ma passa anzitutto attraverso lo sviluppo di un approccio consapevole da parte dell'utenza, improntato al buon senso".

Si ricorda che per le emergenze in mare è sempre attivo, 24 ore su 24 per 365 giorni all'anno, il numero blu 1530 gratuito su tutto il territorio nazionale ovvero sarà possibile contattare il numero "1 1 2" con il quale la Capitaneria di Porto già opera proficuamente.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.