Nba: Golden State ad un passo dal titolo

Share

Nba: Golden State ad un passo dal titolo

Ancora una e la vendetta sportiva di Golden State sarà consumata.

"That's why they brought me here", avrebbe detto Paul Pierce: è esattamente per momenti come questi che i Golden State Warriors si sono assicurati i servigi di Durant, che aveva giocato una gara del tutto normale (per i suoi standard) nei primi tre quarti e poi si è scatenato nel finale, segnando 14 dei suoi 31 punti nell'ultima frazione. In gara-3 - giocata davanti al proprio pubblico - non basta ai Cleveland Cavaliers una prestazione sontuosa di LeBron James e Kyrie Irving per raddrizzare una serie di Finals totalmente in salita. I campioni 2016, sotto 3-0 nella serie (mai nessuno nella storia NBA ha vinto una serie playoff rimontando uno 0-3), evitano il cappotto, impediscono ai californiani di festeggiare alla Quicken Loans Arena e infliggono alla squadra di coach Kerr la prima sconfitta di questi playoff in cui erano 15-0 prima della palla a due di questa notte. "Sarà difficilissimo farlo. Siamo qui e l'unica nostra attenzione va a quello che è successo l'anno scorso, quando siamo venuti a Cleveland sul 2-0 e la serie è cambiata a nostro sfavore poi". Thompson chiude la gara con 30 punti, 11/18 dal campo e sei triple, Curry contribuisce con 26 punti e cinque triple. Un doppio vantaggio che non fa star tranquilli i californiani.

Visti i primi due precedenti di queste Nba Finals, i Cleveland Cavaliers sono assetati di rivincita.Lo si comincia a vedere grazie al botta e risposta dalla distanza tra J.R. Smith e Klay Thompson, che dimostra sin da subito di essere in grande verve realizzativa.

GARA 3 - Il tabellone del risultato di Cleveland Cavaliers-Golden State Warriors fissato dalla tromba finale sul 113-118 racconta bene di una partita ad altissima intensità e davvero combattute e divertente, che ha però regalato alla formazione di coach Kerr il +3 nella serie della Nba Finals 2017. Golden State si prende gara-2 battendo gli avversari 132-113 trascinata dallo show di Durant (33 punti, 13 rimbalzi, 5 stoppate e 3 recuperi) e Curry (32 punti, 10 rimbalzi e 11 assist). "Loro sono grandi giocatori e hanno una grande squadra".

James cerca di mettere in ritmo i compagni, ma Love trova la prima e unica tripla della sua partita nel quarto periodo, Jefferson ne spreca almeno un paio aperte ed è il solo Smith nel finale a farlo contento, mettendo quella che sembra regalare il break decisivo.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.