Mugello, vola Crutchlow. Poi Dovi. Rossi è lontano

Share

Mugello, vola Crutchlow. Poi Dovi. Rossi è lontano

Si sono da poco concluse le seconde prove libere del Gran Premio d'Italia 2017, in corso di svolgimento al Mugello. "Il test che abbiamo svolto qui due settimane fa è andato bene ed il feeling è buono - ha spiegato il pilota della Ducati, che all'attivo ha già nove partecipazioni alla gara del Mugello - Sono convinto che se lavoreremo bene durante il weekend potremo fare una bella gara". In vetta alla classifica dei tempi abbiamo il britannico del team Honda LCR, Cal Crutchlow, con il tempo di 1:47.365, piazzando la zampata a pochi minuti dalla bandiera scacchi. Terzo e quarto tempo per le Yamaha Tech 3 di Jonas Folger (che ha rinnovato il contratto per il 2018) e Johann Zarco. Un buon Michele Pirro sigla il nono tempo, mentre l'ultimo dei primie dieci è Danilo Petrucci, a 585 millesimi di ritardo dal riferimento cronometrico di Cruchlow. Sesto è Hector Barbera, braccato da Alvaro Bautista, mentre ritroviamo finalmente Andrea Iannone più in alto di dove l'avevamo lasciato a Le Mans, ottavo, e non è roba da niente perchè su un circuito come il Mugello dove il motore conta tanto la sua Suzuki sembra si stia difendendo abbastanza bene.

Lo spagnolo ha perso l'anteriore della sua M1 all'ingresso della seconda dell'Arrabbiata e questo ha dato vita ad una carambola davvero pazzesca, dalla quale è parso uscire piuttosto frastornato. Se Atene piange, Sparta non ride: il suo compagno di box Maverick Vinales gli è dietro di appena 14 millesimi, reduce da un pomeriggio reso difficile da una brutta caduta, fortunatamente senza conseguenze.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.