Morta Carla Fendi, signora della moda italiana

Share

Morta Carla Fendi, signora della moda italiana

Il mondo della moda italiana è in lutto. Presidente onorario del Gruppo Fendi, ha legato la sua vita allo storico marchio al cui successo ha contribuito con le quattro sorelle (tutte insieme nell'immagine sotto).

Carla Fendi era qualcosa più di un'amica di Spoleto, del suo Festival, dell'Umbria.

Quarta delle sorelle Fendi, dopo gli studi classici entra alla fine degli anni '50 ancor giovane nell'azienda di famiglia a fianco delle sorelle.

Passa dall'amministrazione alla progettazione e dagli anni sessanta si dedica anche al settore delle relazioni pubbliche puntando soprattutto sul mercato americano, che porterà Fendi a conquistare il mondo. Ha lavorato per oltre 50 anni a stretto contatto con il designer Karl Lagerfeld. Speroni si è spento nel 2013 dopo una breve malattia, solo qualche anno dopo il festeggiamento delle nozze d'oro con l'orchestra di Arbore e 400 ospiti. Per ricordare l'uomo che aveva amato più di ogni altro al mondo, la Fendi, a un anno dalla scomparsa del marito, volle restaurare i due altari laterali del presbiterio nella chiesetta di Pieve di Santa Maria Assunta di Piancastagnaio, in provincia di Siena, la città natale di Speroni. Ma il fenomeno Lady Fendi non si ferma alla sola arte sartoriale: nel 2007 fonda la Fondazione Carla Fendi con lo scopo di dare un contributo diretto e reale per preservare beni e valori culturali spaziando nel campo dell'arte, della letteratura, del cinema, della moda, dell'ambiente e del sociale (la Fontana di Trevi e Piazza di Spagna a Roma sono state restaurate proprio grazie alla sua Fondazione). Di quell'attività disse: "Mio marito mi ha spinto a diventare una mecenate".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.