Monte Bianco, precipita e muore il capo del Soccorso Alpino di Como

Share

Monte Bianco, precipita e muore il capo del Soccorso Alpino di Como

Un nuovo lutto si abbatte sul massiccio del Monte Bianco.

"L'evento - si legge in un post pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale del Soccorso Alpino Lombardo - ha sconvolto tutti i soccorritori che conoscevano Gianni da decenni, una delle figure storiche del Soccorso lombardo: entrato nel CNSAS come tecnico di soccorso speleologico, ha poi proseguito acquisendo la qualifica di soccorritore alpino e di tecnico di elisoccorso; per diversi anni ha curato l'organizzazione della presenza del CNSAS al Giro d'Italia". Era in cordata con un altro alpinista, un ragazzo di 23 anni residente in provincia di Milano, quando sono precipitati per alcune centinaia di metri. La vittima è Gian Attilio Beltrami, di 64 anni, presidente della XIX delegazione lariana del Soccorso alpino e speleologico lombardo. Ad aprile, invece, sempre sul versante francese, era deceduta dopo una caduta un'alpinista italiana di 38 anni.

I due sono precipitati mentre si trovavano a quota 3.600 metri, ma le dinamiche dell'incidente sono ancora sconosciute e se ne sta occupando la Guardia di finanza di Entreves.

Il messaggio del sindaco di Lecco, Virginio Brivio. Per trent'anni ha ricoperto il ruolo di delegato della XIX Zona Lariana che lo ha portato a confrontarsi anche con delegazioni del soccorso alpino e speleologo svizzero. Le indagini sull'accaduto sono affidate alla Guardia di finanza di Entreves. L'alpinista che era con lui è in gravissime condizioni all'ospedale di Aosta. "L'Amministrazione comunale tutta esprime cordoglio e vicinanza ai cari dell'amico Gian Attilio".

Il Soccorso Alpino ha tratto in salvo questo pomeriggio due escursionisti che hanno richiesto aiuto nelle Alpi Giulie, sulle pendici settentrionali del Jôf di Montasio.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.