Maturita', e' il giorno del 'Quizzone': al via la terza prova

Share

Maturita', e' il giorno del 'Quizzone': al via la terza prova

Oggi i maturandi affronteranno la terza prova scritta degli esami di Stato, il quizzone. La tipologia di gran lunga più gettonata in passato è quella mista, con almeno 8 quesiti a risposta singola e 16 a risposta multipla su quattro discipline, il tutto per un'ora o massimo due.

Al colloquio potranno essere assegnati fino a 30 punti, con la sufficienza a 20 punti.

L'anno scorso solo un candidato ogni 200 è stato fermato agli esami, anche perché la maggior parte degli studenti viene fermata all'ammissione dal proprio consiglio di classe.

Il "bonus" da 1 a 5 punti potrà essere dato a quei candidati in possesso di almeno 15 punti di credito scolastico e 70 tra prove scritte e colloquio, in base a criteri oggettivi prefissati in sede di riunione dalla commissione.

Le novità saranno introdotte a partire dal 2018 per l'esame di terza media e dal 2019 per l'esame di maturità: a questo proposito, sarà abolita la terza prova scritta mentre resteranno le prime due e il colloquio orale.

C'è anche la possibilità di integrare il punteggio: la commissione potrà anche utilizzare il cosiddetto "bonus" o assegnare la lode.

Le domande quindi rispecchieranno le simulazioni che i maturandi hanno affrontato nel triennio. A preparare la prova stavolta non è il Ministero dell'Istruzione, ma le singole commissioni che, insieme alla tipologia delle domande, decidono quali materie inserire.

Le domande della terza prova dovrebbero essere state stabilite dalla commissione della maturità 2017 entro il 23 giugno e, fino al 26, non dovrebbero essere note agli studenti. Archiviate la prima e la seconda, ad attendere gli studenti è rimasto, prima del verdetto degli orali, l'ultimo scritto, quello che contiene più domande di diverse discipline.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.