Maturità per mezzo milioni di studenti dal 21 giugno

Share

Maturità per mezzo milioni di studenti dal 21 giugno

Quest'anno sono 12.691 le commissioni d'esame per 25.256 classi coinvolte.

A questo punto la porta si chiude e i giochi sono fatti.

L'esame di Maturità 2017 è sempre più vicino e, come ogni anno, è scattato il tototema.

Non sono rari i casi in cui l'ansia da esame ha rovinato quella che poteva essere una brillante carriera scolastica di un ragazzo dotato intellettualmente ma fragile emotivamente.

I locali individuati nelle scuole sede d'esame dovranno essere pienamente idonei allo svolgimento degli esami, sotto il profilo della sicurezza, dell'agibilità e dell'igiene, nonché dignitosi e accoglienti in modo da offrire un'immagine della scuola decorosa e consona alla particolare circostanza.

Se però si vuole puntare su qualcosa di più "religioso", allora in questo 2017 si è festeggiato anche i 500 anni dalla riforma protestante luterana: le famose 95tesi sulla lotta alle indulgenze della Chiesa di Wittenberg sancendo così l'inizio della profonda spaccatura all'interno della Cristianità che ha cambiato per sempre la storia non solo religiosa ma culturale, politica, economica e sociale.

Bene ha fatto dunque la dottoressa Vinciguerra, Presidente di Eurodap, Associazione Europea Disturbi da attacchi di Panico, a fornire qualche utile consiglio a questi ragazzi, vediamo quali sono.

Il colloquio, che si svolge fra il candidato e i membri della commissione costituita sia da professori interni che esterni, rappresenta l'ultima fase della maturità. L'ansia è un disturbo che non risparmia nessuno e non è raro che più si è preparati, più si ha una sorta di ansia da prestazione. Magari evitando "di pensare continuamente a scenari catastrofici". "Per esempio studiare le materie più difficili al mattino perché si è più attivi o viceversa".

Inoltre, spiega la psicologa, è importante "rendersi consapevoli delle proprie capacità ricordando i successi già raggiunti", per evitare di sentirsi inadeguati.

Mens sana in corpore sano, insegnano gli avi, perciò oltre alla testa, bisogna concentrarsi anche sul corpo: "Dedicare almeno mezz'ora al giorno a un'attività possibilmente all'aperto non studiare di sera o di notte, concedersi qualche ora di svago con gli amici, ma senza fare troppo tardi". Quando il sonno stenda ad arrivare perché la mente è affollata da "cattivi pensieri" il consiglio è di mettersi "supini con gli arti lontani dal corpo e respirate profondamente e lentamente; quando sentite la tensione allentarsi pensate ad un evento positivo della vostra vita e sicuramente riuscirete ad addormentarvi".

LA LODE - Chi consegue 100 punti senza fruire del bonus può ottenere la lode dalla commissione, a condizione che negli ultimi 3 anni scolastici abbia riportato valutazioni uguali o superiori a 8 in tutte le materie.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.