Marchionne rassicura sul dieselgate. FCA supera Ford

Share

Marchionne rassicura sul dieselgate. FCA supera Ford

I risultati mostrerebbero che i motori di Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram 1500 sono dalle 3 alle 20 volte più inquinanti di quanto previsto dai limiti di legge. "Mettere sopra questa roba una superstar, gente che non smazza.", ha continuato l'ad di Fca, spiegando perchè ritiene migliore una scelta interna. Accuse che Fca ha respinto, mettendo anche in dubbio le modalità di svolgimento dei test.

Marchionne non ci ripensa e dice addio a FCA a primavera 2019. Nonostante ciò, l'amministratore delegato del gruppo Sergio Marchionne, a margine del workshop annuale del Consiglio per le relazioni Italia-Stati Uniti tenutosi a Venezia, ha dichiarato che il caso dieselgate negli USA non comporterà conseguenze per il gruppo FCA ed i suoi piani di sviluppo.

Marchionne però ha precisato che questo "piccolo" problema, che Fiat Chrysler dovrà prima o poi risolvere, non avrà un impatto sugli obiettivi di business; nello specifico l'A.D. ha precisato che gli obiettivi previsti per il secondo trimestre saranno in linea con le attese, confermando i target per il 2017. "I due gruppi hanno tempo fino al 14 luglio per produrre il materiale richiesto". "Farò un lavoro diverso, il vostro". "No, per favore". Cosi' l'Ad, ha risposto scherzando con i giornalisti che gli chiedevano se potrebbe rivedere la sua decisione di lasciare la guida del gruppo con l'assemblea della primavera 2019. Come riporta il Giornale, il presidente Fca, John Elkann, starebbe pensando "a maggiori deleghe tra i manager" rispetto alla situazione attuale, che vede Marchionne plenipotenziario.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.