LEGA PRO - Al via le semifinali, Cipressa di Lecce selezionato per Parma-Pordenone

Share

LEGA PRO - Al via le semifinali, Cipressa di Lecce selezionato per Parma-Pordenone

Finisce 6-5 (dopo i calci di rigore) per la squadra di D'Aversa; ma le emozioni durano per oltre due ore, con il vantaggio emiliano di Scaglia e la risposta neroverde affidata a Marchi: da un difensore all'altro, prima che a rubare la scena sia un altro giocatore che di solito i gol li nega: Lucarelli, appunto. Questa sera a Firenze prenderà il via la Final Four con la prima sfida che metterà di fronte Parma e Pordenone. Si va così ai tempi supplementari. Al "Franchi" di Firenze, la squadra di D'Aversa supera ai calci di rigore il soprendente Pordenone, coi friulani che recriminano per un paio di decisioni arbitrali più che discutibili a loro sfavore.

PARMA (4-3-3): Frattali; Mazzocchi (dal 18′ st Lucarelli), Iacoponi, Di Cesare, Scaglia; Munari, Scozzarella (dal 39′ st Corapi), Scavone; Nocciolini (dal 39′ st Edera), Calaiò, Baraye. Al 42' Pietribiasi ha l'occasionissima per l'1-1 ma la spreca colpendo male di testa a pochi passi dalla linea di porta avversaria. Il Pordenone resta in partita ma rischia. Poi i rigori e l'epilogo.

Prima del mini-intervallo esce una sventola di Corapi e all'inizio del secondo tempo Frattali blocca una sventola di Buratto dal limite.

Non va meglio a Reggio Calabria dove con un comunicato la famiglia Praticò alla guida della Reggina Calcio, denuncia le difficoltà economiche nella gestione.

Un esempio, questo, che chiarisce come si debba invece intervenire con misure trasversali, che puntano innanzitutto al comfort degli spettatori e all'implementazione dei servizi negli stadi. Il terzo turno vede andare dagli undici metri Suciu, che spiazza l'estremo difensore avversario.

Anche i tifosi della Maceratese sono preoccupati: la nuova proprietà li ha tranquillizzati dicendo che sta lavorando duramente per garantire l'iscrizione entro i termini previsti, ma i problemi non mancano. Il primo a tirare è De Agostini per il Pordenone, che però si fa respingere la conclusione da Frattali, il quale con l'aiuto della traversa evita la capitolazione. Capitan Lucarelli non sbaglia e manda il Parma in finale.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.