Incendio Portogallo: almeno 43 i morti

Share

Incendio Portogallo: almeno 43 i morti

Ci sono anche una ventina di feriti, tra i quali 14 in gravi condizioni, e due dispersi.

Il corpo dei vigili del fuoco è stato mobilitato in forze impiegando oltre 700 pompieri e 190 mezzi speciali, mobilitati per cercare di estinguere l'incendio. L'incendio "è ancora in corso su quattro fronti, tra cui due di grande violenza", ha aggiunto Gomes.

Questo il bilancio delle vittime dell'incendio boschivo divampato sabato nella foresta di Pedrogao Grande, a circa 200 chilometri a nord di Lisbona, in Portogallo.

Le autorità portoghesi hanno escluso l'origine dolosa delle fiamme e precisato che sarebbe stato un fulmine a dare inizio alla tragedia.

Molte delle vittime, secono le fonti governative, sono rimaste intrappolate dalle fiamme nelle loro auto, morendo carbonizzate. Vi sono almeno quattro bambini tra le vittime, molte delle quali sono morte nelle auto bloccate dalle fiamme mentre cercavano di fuggire dalla zona dell'incendio. Squadre di soccorritori spagnoli sono state mobilitate per prestare aiuto. Dati che assumono maggiore rilevanza e significatività se rapportati agli scenari delle altre provincie calabresi e dell'intero territorio italiano, drammaticamente colpiti da continui e devastanti incendi che hanno danneggiato rilevanti porzioni di patrimonio naturalistico. Questi ultimi, in particolare, interpretano sempre più il rinnovato ruolo di "eco-pastori" e di "custodi della natura aspromontana".I dati sono sempre più incoraggianti e per due annualità il territorio dell'Area Protetta non è stata interessata da incendi di grande rilievo.

Più di 260 vigili del fuoco, supportati da circa 80 idranti veicoli, stanno lavorando per contenere le fiamme, ma ancora non sono riusciti a impedire che si propagassero nel villaggio di Figueiró dos Vinhos. Quella dove sorge la cittadina di Pedrogao Grande è una zona boschiva a circa 150 chilometri da Lisbona e si trova nel distretto di Leira, poco distante da Fatima. La notizia sconvolgente della sua morte ha sconvolto tutta la famiglia, in primis il nonno, che ha scoperto da un servizio televisivo che il corpo di Rodrigo, dopo un tam tam sui social network affinché chiunque potesse aiutare a recuperarlo, era stato ritrovato carbonizzato in macchina. Il Papa all'Angelus ha espresso dolore per "il caro popolo portoghese" e invitato a pregare per Pedrogao.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.