Furgone travolge la folla vicino alla moschea

Share

Furgone travolge la folla vicino alla moschea

Il bilancio è di un morto e una decina di feriti.

Un furgone bianco ha travolto la folla di fedeli musulmani all'uscita di una moschea a Finsbury Park, nel nord di Londra, poco dopo la mezzanotte di lunedì 19 giugno 2017.

La polizia indaga sull'accaduto come "un potenziale attacco terroristico", ha dichiarato verso l'alba la premier Theresa May dopo le cautele ufficiali iniziali, annunciando per la mattinata la riunione d'un comitato di emergenza da lei stessa presieduta. L'uomo che guidava, un 48enne, è stato arrestato. Stando alle testimonianze, l'uomo avrebbe urlato "Voglio uccidere tutti i musulmani".

Ancora un attentato a Londra. A quel punto Alamoudi con altre due persone sono riusciti a bloccarlo e trattenerlo fino all'arrivo della polizia. "C'era un gran caos - ha raccontato una donna che vive di fronte al luogo in cui è avvenuto l'incidente - Non ho visto l'attacco, ma ho sentito un gran caos". Il sindaco della capitale britannica, Sadiq Khan, musulmano, ha denunciato un "orribile attacco terroristico" che ha preso di mira "deliberatamente londinesi innocenti, molti dei quali avevano terminato la preghiera nel mese sacro del Ramadan". "Sembra che la moschea fosse l'obiettivo", ha aggiunto. Tuttavia, dopo essere stato chiusa d'autorità per un periodo, ha riaperto con una nuova leva di leader religiosi che - scrive l'agenzia Pa - si mostrano oggi impegnati nel dialogo interconfessionale. Di Finsbury park si era tornati a parlare anche recentemente, quando si ritenne che l'attacco a Westminster fosse condotto dal noto estremista islamico Abu Izzadeen, uno degli esponenti del nocciolo duro del gruppo nato e cresciuto intorno alla moschea e alimentato dalle idee di al Mosri e di un altro feroce predicatore d'odio: Anjem Choudary, avvocato di origine pachistana attualmente in carcere nel Regno dopo essere stato condannato per la sua attività di sostegno ll'Isis.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.