Formula 1 Canada, Verstappen: "Resto a mani vuote, stagione schifosa"

Share

Formula 1 Canada, Verstappen:

Lewis Hamilton si aggiudica per la sesta volta negli ultimi dieci anni la gara di Montreal, portandosi ad una dal record di Michael Schumacher. Al termine della corsa Sebastian Vettel è apparso decisamente rabbuiato per un quarto posto conquistato con le unghie grazie ad una rimonta di cattiveria, indicando in Valtteri Bottas l'elemento scatenante del contatto con Max Verstappen.

La cosa più in comune tra i due ferraristi in Canada è stato il pessimo start: Räikkönen sorpreso, quasi inerme, da entrambe le Red Bull al via e poi in seguito vicinissimo a concludere la propria gara anzitempo contro le barriere a causa di una leggera uscita di pista; Vettel invece forse troppo concentrato su Hamilton per difendere la propria posizione dall'ottimo scatto di Max Verstappen. In ogni caso i due hanno portato a casa punti importanti per il team, chiudendo 5° e 6°, davanti a Kimi Raikkonen, con problemi sula sua Ferrari nelle fasi finali (divertente - per noi che non eravamo in macchina - il batti e ribatti con il suo ingegnere per capire che cosa fare per tentare di tamponare il problema). "Colui che ha ispirato le mie scelte - ha detto un Hamilton visibilmente emozionato, dopo che il cimelio gli è stato consegnato davanti alle tribune del circuito - Eguagliarlo e ricevere questo regalo dalla sua famiglia è per me un grandissimo onore". Subito dopo Sainz taglia la strada a Grosjean, perde il controllo e spedisce nelle gomme se stesso e l'incolpevole Massa. Sebastian Vettel resta in testa al mondiale Piloti con 141 punti, tredici in più di Hamilton. "Sono stato sorpreso da Valtteri ma non ho capito dove volesse andare alla prima curva". Daniel Ricciardo (Red Bull), 4. Kimi Raikkonen ha avuto una gara poco brillante, mai veramente efficace con nessuna mescola, complici anche problemi sulla sua monoposto.

La sfida fra i due campioni Vettel e Hamilton e fra Ferrari e Mercedes è ormai apertamente il leit motiv di questa stagione, per una F.1 ritornata ad essere finalmente interessante.

Il GP canadese manda sul podio due Mercedes con un Lewis Hamilton che sembra aver ripreso smalto ed il compagno di scuderia Bottas. Non gli si può chiedere di più e torna a farsi sotto nel mondiale.

Grande giornata per la Force India-Mercedes che dopo il passo falso di Monte-Carlo è tornata a piazzare i propri piloti al vertice. Gente che attacca, guadagna posizioni, altri che vorrebbero provarci ma non ne hanno l'occasione, piloti un po' sonnecchianti fino al pathos finale scaturito dal problema tecnico. Verstappen si ferma in pista alla curva 3 ed "esce" un'altra safety, stavolta virtuale. Manovra senza alcun senso che gli costa anche tre posizioni di penalizzazione nel prossimo Gran Premio. Come nel caso della Ferrari (che non vince in Canada dal 2004) come per Seb Vettel (che ancora una volta non vede il gradino alto in Quebec).

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.