BpVi e Vb, Intesa ai dipendenti: "rassicurate clienti"

Share

BpVi e Vb, Intesa ai dipendenti:

Inoltre non è accettabile che venga costantemente dichiarato che il salvataggio avviene anche a favore dei risparmiatori quando si sa perfettamente che gli ex azionisti/risparmiatori hanno praticamente perso tutto.

Gli sportelli e filiali della Banca Popolare di Vicenza e della Veneto Banca riaprono lunedì mattina sotto l'insegna di Intesa Sanpaolo che ne rileva subito gli asset sani al costo simbolico di 1 euro. "Vi chiediamo di rassicurare tutti i vostri interlocutori - è scritto nel messaggio - a cominciare dai clienti, fornendo loro messaggi di serenità e di fiducia nel futuro".

"Come sapete - prosegue la lettera -, ieri Intesa Sanpaolo ha deliberato l'acquisizione di una parte delle attività di BpVi e Vb. Nel fine settimana ci siamo impegnati, tutti insieme, affinché oggi nella vostra operatività nulla cambi".

È a Fabrizio Viola che la Banca d'Italia ha voluto affidare il delicato compito per entrambi gli istituti di credito.

L'operazione costerà invece cara agli azionisti della Popolare di Vicenza e di Veneto Banca - cioè principalmente al Fondo Atlante - che si vedranno azzerare i titoli, così come succederà agli obbligazionisti subordinati. L'acquisto riguarda un perimetro segregato che esclude i crediti deteriorati (sofferenze, inadempienze probabili e esposizioni scadute), le obbligazioni subordinate emesse, nonché partecipazioni e altri rapporti giuridici considerati non funzionali all'acquisizione. Risulta di difficile accettazione il fatto che, a fronte di una cessione della parte buona, parole dei due esponenti governativi, delle due banche per la simbolica cifra di un euro, e del fatto che lo Stato si accolli tutta la parte negativa, non sia stata fatta completa chiarezza circa la salvaguardia dei lavoratori delle due banche e che anzi si sottolineasse che gli esuberi possano raggiungere la notevole cifra di quattromila. Ho seguito la conferenza stampa del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e del Ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan.

Dalla vendita fraudolenta di azioni delle due banche (misselling) in liquidazione e il decreto legge sulla liquidazione, sostiene il Movimento Consumatori, non contempla alcuna misura di sostegno o di tutela per questi azionisti incolpevoli.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.