Bombe a funerale, almeno 18 morti

Share

Bombe a funerale, almeno 18 morti

Attimi di paura si sono vissuti in un cimitero di Kabul, in Afghanistan, dove 18 persone sono morte e altre 18 sono rimaste ferite oggi per una triplice esplosione durante una cerimonia funebre.

LA MANIFESTAZIONE - Ieri a Kabul in migliaia hanno manifestato contro il governo e contro i talebani, chiedendo le dimissioni del presidente Ashraf Ghani e del coordinatore del governo, Abdullah Abdullah.

L'attentato è avvenuto a tre giorni di distanza da un altro realizzato nella capitale afghana con una autobotte imbottita di esplosivo che ha avuto un bilancio di 90 morti e oltre 400 feriti. Nei disordini avvenuti durante la protesta sono state uccise cinque persone, fra cui appunto il figlio del vicepresidente del Senato.

Il comandante delle guarnigione di Kabul, Gul Nabi AhmadZai, aveva invitato i manifestanti a non scendere in piazza a causa di un alto rischio di attentati kamikaze. L'attentato di mercoledì, che non è stato ancora rivendicato, ma che anche in quel caso i Talebani non hanno riconosciuto essere opera loro, è stato uno dei più sanguinosi da quando, nel 2003, è cominciata l'invasione statunitense; e venerdì ha provocato varie proteste, a conferma della crescente instabilità nel Paese. Lo riferisce la tv Tolo. E non è da escludere che l'obiettivo dell'attentato fosse proprio Abdullah, rimasto illeso nonostante in un primo momento alcuni media locali sostenessero che fosse rimasto ferito.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.