Bomba esplode in un centro commerciale: almeno 3 morti a Bogotà

Share

Bomba esplode in un centro commerciale: almeno 3 morti a Bogotà

Il sindaco accusa l'Esercito di liberazione nazionale (Eln), ultimo movimento ribelle ancora attivo nel Paese.

Identificata una delle tre vittime: Julie Huynh, 23 anni francese, da sei mesi a Bogotà come volontaria in una scuola di un quartiere povero.

Tre persone, tra cui una ventitreenne francese, sono morte e altre nove sono rimaste ferite per l'esplosione di una bomba in uno dei centro commerciali più frequentati di Bogotà. Il presidente colombiano Juan Manuel Santos, che è stato informato dell'accaduto durante una visita nella città di Barranquilla, ha condannato l'attacco e annunciato di fare immediato ritorno nella capitale.

Da subito i sospetti sono andati sull'Eln, una delle formazioni di guerriglieri di sinistra impegnate in mezzo secolo di lotta contro il governo centrale, ma i responsabili del gruppo, peraltro impegnati nel processo di pace come le Farc-Ep, hanno negato ogni responsabilità ed hanno espresso su Twitter "dolore per le vittime" e "solidarietà".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.