Al via i negoziati per la Brexit

Share

Al via i negoziati per la Brexit

Sono iniziati, lunedì a Bruxelles, i negoziati per la Brexit.

Per quanto se ne sa a Bruxelles, le posizioni di Londra non dovrebbero essere cambiate rispetto a quanto la May aveva affermato il 29 marzo scorso nella sua lettera di notifica dell'intenzione britannica di lasciare l'Ue, attivando l'articolo 50 del Trattato: la premier aveva annunciato allora che il Regno Unito avrebbe lasciato non solo l'Ue, ma anche il mercato unico e l'Unione doganale europea, prefigurando senza ambiguità una "hard Brexit", una separazione dura e netta, con una continuazione sicura della cooperazione stretta con i Ventisette solo nel campo della sicurezza e dell'antiterrorismo. "Per questo iniziamo questo negoziato con tono costruttivo e positivo determinati a costruire una partnership speciale con i nostri" amici e alleati ha dichiarato il ministro per la Brexit David Davis. "Dobbiamo affrontare le incertezze causate dalla Brexit, per i cittadini, per i beneficiari delle politiche europee, e per la questione delle frontiere, in particolare quelle irlandesi". "Sono momenti che ci mettono alla prova come questi, che ci ricordano i valori e la determinazione che condividiamo col nostro alleato più vicino", ha aggiunto Davis, osservando: "C'è più che ci unisce di quanto ci divida". "Sono lieto che stiamo rispettando il calendario dei negoziati che è già abbastanza stretto, ora prima di tutto facciamo progressi sui diritti dei cittadini e creiamo certezza legale sia per la gente che per le imprese", ha detto Verhofstadt.

Sull'avvio dei negoziati si è espresso anche il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani: "L'obiettivo primario è la tutela di tre milioni di cittadini europei che vivono nel Regno Unito, di cui 500 mila italiani".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.