Tor Tre Teste, con due cacciavite minaccia personale e rapina farmacia

Share

Tor Tre Teste, con due cacciavite minaccia personale e rapina farmacia

Gli investigatori della Squadra Mobile sono riusciti a sventare la consumazione di rapine a mano armata impedendo quindi che i proventi fossero reinvestiti nel mercato della droga; i mezzi rinvenuti sono stati poi restituiti ai legittimi proprietari.

Roma, 18 mag. - Banche, farmacie e autogrill: erano questi gli obiettivi di un 53enne sottoposto a fermo dalla Polizia di Stato. Originario di Caserta, l'uomo è ritenuto responsabile di almeno 15 rapine a mano armata commesse negli ultimi 12 mesi a Roma.

I militari, giunti sul posto, hanno appreso dalla vittima, che l'autore della rapina, dopo aver minacciato, dapprima sottraeva una banconota da 50 euro ed in seguito per assicurarsi il "bottino" colpiva al volto la stessa vittima con un pugno, dileguandosi per le vie limitrofe a bordo di uno scooter. Appio, Tor di Quinto, Parioli, Settecamini, Capannelle, Torre Maura, Tivoli: diverse le zone della capitale dove il rapinatore seriale ha colpito nel corso dell'ultimo anno. Ad inchiodarlo le immagini di video-sorveglianza di alcuni esercizi commerciali rapinati, e il riconoscimento da parte di alcune persone, dipendenti dei negozi. Levento criminoso decisivo per la sua cattura è stata lultima rapina, effettuata lo scorso 10 maggio ai danni dellautogrill “Casilina Esterna“ sul G.R.A., già colpito dalluomo vittima in unaltra precedente rapina avvenuta a gennaio. Medesima “tecnica” e medesima fisionomia dellautore anche in diverse altre rapine, sulle quali i poliziotti stavano indagando. Accompagnato in carcere, il malvivente dovrà rispondere del reato di rapina aggravata.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.