Strage Manchester: caccia ai complici del kamikaze

Share

Strage Manchester: caccia ai complici del kamikaze

Si cerca il costruttore della bomba che Salman Abedi ha usato nella strage all'arena. "Era amata da tutti e il suo calore e la gentilezza sarà ricordato con affetto". "Stiamo investigando su un network terrorista", ha detto Ian Hopkins, il capo della polizia della città.

Il sito della tv Sky News Arabiya, citando proprie fonti e documenti dell'epoca di Muammar Gheddafi, descrive il padre del presunto kamikaze di Manchester come un elemento filo-Al Qaida. Il fermo è stato compiuto nella zona di Chorlton, non lontano dall'abitazione di Ismail. In un curriculum online, si definisce "esperto informatico" che ha lavorato per il "Manchester Islamic Centre" (il centro islamico della moschea di Didsbury frequentato dalla famiglia Abedi). Altri due arresti all'alba, 8 in totale le persone fermate finora. La stessa Theresa May che oggi parteciperà all'incontro, solleciterà gli alleati della Nato ad assumere un ruolo più importante nella lotta contro il terrorismo.

E' caccia all'uomo per provare a smascherare la rete di complici del kamikaze Salman Abedi, che lunedì sera si è fatto saltare in aria a Manchester uccidendo 22 persone e ferendone 59.

Sempre stamattina il ministro dell'Interno francese, Gérard Collomb, ha rivelato che l'attentatore della Manchester Arena sarebbe passato anche dalla Siria oltre che dalla Libia e ha aggiunto di avere informazioni provenienti dagli inquirenti britannici.

Dopo l'attentato di Manchester l'allerta in Gb è stata innalzata ai massimi livelli. Il tutto è da verificare, ma da Jomana potrebbero arrivare informazioni preziose per arrivare a tracciare il profilo dell'attentatore del concerto di Ariana Grande a Manchester, Salman Abedi. Le immagini mostrano parti dell'ordigno usato nell'attentato e sono state scattate dalla polizia scientifica.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.