Rally di Torino, auto travolge pubblico: morto un bimbo

Share

Rally di Torino, auto travolge pubblico: morto un bimbo

Tragico incidente al rally Città di Torino, gara valida per il campionato regionale. Un'auto è finita fuori strada, travolgendo una famiglia tra il pubblico. Gli altri sono i suoi genitori, trasportati all'ospedale, e il suo fratellino, rimasto fortunatamente illeso. Il bambino è stato subito soccorso: "Il nostro è stato un intervento tempestivo". Ora si dovrà fare luce sull'accaduto. "Il pilota era esperto, per guidare quella vettura è richiesta una licenza internazionale, con un'abilitazione che si ottiene in seguito a un test che organizza la Federazione e che lui ha sostenuto e passato nel gennaio 2016". Sul posto, dopo l'incidente, sono arrivati anche i carabinieri di Venaria. Probabilmente ha urtato il cordolo in cemento. Occorrerà, inoltre, accertare le condizioni di salute del pilota e disporre una consulenza per verificare la dinamica dell'incidente. I quattro si trovavano in una zona protetta al di là della linea di sicurezza. Purtroppo il loro bambino, Aldo, sei anni, non è stato altrettanto fortunato. La gara è stata sospesa. Il rally è stato sospeso. Evento che, però, quest'anno è stato 'macchiato' da un tremendo episodio. Per questo motivo ha perso il controllo della vettura. Una fatalità tragica a Coassolo.

Le auto dei rally sono sicure e affidabili? Le auto dei rally sono proprio così sicure e affidabili? Se dovesse essere confermata l'ipotesi, "potrebbe esserci stata una imprudenza da parte della famiglia del bimbo - osserva Ghiotti -". Caratteristica che è costata la vita, finora, a molti piloti. E' bene perciò che gli spettatori osservino le competizioni a debita distanza.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.