Norcia, sequestrata struttura ex Coc: inagibile dopo il Terremoto, 11 arresti

Share

Norcia, sequestrata struttura ex Coc: inagibile dopo il Terremoto, 11 arresti

Pioggia di avvisi di garanzia per i danni registrati all'interno dell'ex Centro operativo Comunale di Norcia.

I carabinieri hanno sottoposto a sequestro lo stabile che a Norcia ha ospitato il Centro operativo comunale dichiarato inagibile dopo la scossa del 30 ottobre. Per questo, nelle ore concitate dell'emergenza, la Procura spoletina avviò immediatamente le indagini con l'obiettivo di accertare eventuali responsabilità nei danni riportati dall'edificio.

La struttura venne realizzata nel 2000.

"Crollo di costruzioni o altri disastri dolosi" (articolo 434 del codice penale, che prevede una pena da 3 a 12 anni). L'invio degli undici avvisi di garanzia è considerato dagli inquirenti un 'atto dovuto' a tutela degli stessi indagati. Politici e dirigenti avvisati, sono con ruoli diversi i responsabili della costruzione e del collaudo della struttura. Dopo la scossa del 24 agosto avevamo deciso di ospitare Protezione civile e autorità in quella struttura, ma voglio precisare che non era un edificio strategico. "Indagini come questa ci aiuteranno a migliorare e a trovare le soluzioni più idonee ai problemi".

Inaugurata appena 16 anni fa, la struttura non ha retto l'urto del terremoto: la scossa di magnitudo 6,1 della mattina del 30 ottobre l'ha resa inagibile. Alemanno specifica che nessun membro della sua giunta risulta coinvolto nelle indagini, ed esprime "il massimo rispetto e fiducia nei confronti dell'operato della magistratura".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.