Lazio, Inzaghi: Con la Juve in finale di Coppa serve gara perfetta

Share

Lazio, Inzaghi: Con la Juve in finale di Coppa serve gara perfetta

Ci siamo guadagnati la finale sul campo, nessuno ci ha regalato niente.

"I ragazzi son stati bravissimi, straordinari e abbiamo fatto qualcosa di storico. Ce la giocheremo nel migliore dei modi". Cosa ha detto alla squadra?

"Si preparano da sole certe partite".

L'allenatore non si lascia abbindolare dalla sconfitta rimediata da Madama contro la Roma: "La Juve è la Juve indipendentemente dall'ultimo risultato di campionato". Quanto conta giocare all'Olimpico? . In campionato all'andata avevamo fatto una buona gara e alla prima disattenzione ci hanno punito. Nel ritorno meritammo di perdere. "All'Olimpico vogliamo fare una partita da Lazio".

"La Juve è sempre la Juve".

Strategia. "Sono due squadre mature che sanno difendere". Siamo in un buon momento di forma e abbiamo consapevolezza. "Domani è il momento giusto per affrontarli".

Che canovaccio hai pensato per questa partita?

LA SQUADRA - "Sono molto orgoglioso di allenare questa squadra e questi ragazzi. Siamo cresciuti e sapevo sarebbe capitato". "Ma sono rimasto tranquillo, avevamo perso facendo 25 tiri in porta".

Che tipo di Juventus ti aspetti?

INGREDIENTI - "E' difficile segnare alla Juve quando è schierata". Ma sappiamo che incontriamo una grandissima squadra piena di campioni, che in Italia è avanti a tutti. Non si vincono a caso 6 scudetti consecutivi. Messaggio per i tifosi? "Pippo ha giocato alla Juve, al Milan, parliamo di calcio, è arrivato in anticipo qui per stare con la famiglia e domani tiferà per me". Sono rimasti colpiti anche i giocatori. "Dovremo cercare di essere intesi e di mettere tanta corsa e intensità".

È l'istantanea della finale di coppa Italia scattata da Simone Inzaghi.

"All'esordio è sempre arrivata una vittoria". Siamo orgogliosi, da italiani, che loro siano in finale di Champions. Parolo? Non lo so ancora: "valuteremo le sue condizioni nella rifinitura di domani". Non è da cestinare l'idea di una difesa a 3, per coprire la profondità nelle giocate in verticale provate sulle famose spizzate verticali di Milinković-Savić, sulle quali si getta come un felino Ciro Immobile; bisognerà vedere se la Lazio cercherà di intrappolare l'avversario, richiamandolo nella propria metà campo difensiva, oppure se vorrà giocare una partita a viso aperto, sfruttando le proprie armi ed esponendosi a rischi maggiori. L'ho vinta al primo anno da giocatore, poi al primo da tecnico della Primavera e quest'anno da allenatore dei grandi. A volte ci penso, mi vengono in mente ricordi brutti, ma domani avrò una nuova opportunità. Dovremo credere in noi. L'abbiamo incontrata già altre volte.

JUVENTUS - "Servirà tutto, cuore, intelligenza, determinazione".

Il tecnico della Lazio Inzaghi riconosce il valore della Juventus e ritiene che l'unico modo per batterla è quello di giocare una partita impeccabile.

"Ognuno ha punti deboli da migliorare". Noi stiamo lavorando sui nostri punti forti e deboli. Io personalmente non ho mai vinto contro la Juve: spero di rompere il ghiaccio.

Cosa dovrà fare la Lazio con o senza palla? Sarà importante restare concentrati fino alla fine.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.