Judy, la super-campagna di malware per Android

Share

Judy, la super-campagna di malware per Android

Dopo Skinner, e FalseGuide, anche il malware "Judy" usa applicazioni apparentemente innocue come cavalli di Troia per infettare i device Android based, e fare danni. La famiglia di app malevole "Judy" è in circolazione da almeno un anno, e il numero di utenti coinvolti nella campagna dovrebbe arrivare a 36,5 milioni. L'ennesimo virus presente sulle applicazioni del Play Store di Google e che permette in questo caso di generare notevoli ricavi per gli hacker grazie all'ampia diffusione delle applicazioni in cui sono stati inseriti e che si aggira tra i 4,5 e i 18 milioni di download. Rimaste dormienti, prima di poter essere sfruttate dai malintenzionati, fino alla recente scoperta. Una volta installate sui terminali, le app infette aprivano una pagina web nascosta che identificava le pubblicità online e simulava il clic effettuato dall'utente.

Android è la piattaforma mobile più diffusa a livello globale, e ciò è stato dimostrato per l'ennesima volta durante la conferenza Google I/O 2017, quando il CEO di Google, Sundar Pichai, ha confermato che il sistema operativo è attivo su 2 miliardi di dispositivi a livello globale, una cifra record che evidenzia la popolarità di questa piattaforma, ma se il successo è ormai da tempo consolidato, una questione da sempre al centro di discussioni è il fattore sicurezza di questo sistema operativo. La stessa Checkpoint dice di non averle ancora valutate tutte nella loro analisi.

Non è la prima volta che app del Play Store superano superano correttamente il processo di screening di Google, avere un sistema aperto a volte può comportare qualche problema in più.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.