Inaugurata a Torino la 30esima edizione del Salone del libro

Share

Inaugurata a Torino la 30esima edizione del Salone del libro

"Oltre il confine" sarà il filo conduttore della nuova edizione del Salone del Libro. "Saremo insomma più di un semplice stand. Saremo un luogo di ospitalità - concludono Rossi e Barni - perché un paese che non legge è un paese che chiude gli occhi sul presente e non guarda al futuro".

Questo spot è stato prodotto dal CSC Animazione nellambito del progetto per le scuole “Potere alla Parola”, promosso e ideato dal comitato Se Non Ora Quando? di Torino in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro di Torino con l'intento di promuovere un uso consapevole e corretto del web e dei canali social nel rapporto fra i generi.

Prendendo a modello, in modo comparativo, casi di territori collinari a vocazione vitivinicola come Langhe-Roero e Monferrato, Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco dal 2014, il Master investe sulla capacità dei distretti culturali, turistici, produttivi e paesaggistici, di strutturarsi in termini competitivi, oltre che di diffondere un sapere esportabile in contesti diversi sotto forma di pratiche di gestione ad alto contenuto professionale ed organizzativo in imprese di produzione, distribuzione e di servizio. Conclusioni affidate a Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente della Camera.

Ad ogni buon conto, la scena da oggi è tutta per Torino. Al Salone si parlerà di tutto questo.

Tra gli eventi di punta dello spazio Puglia, infatti, la presentazione del Piano regionale (sabato 20, ore 12.30, spazio eventi) e l'anteprima nazionale del Piano Strategico della Cultura della Puglia, "Piiil (Prodotto, Identità, Innovazione, Impresa, Lavoro) Cultura Puglia" (venerdì 19, ore 12, Spazio eventi) in un dialogo creAttivo del Presidente Emiliano con curatori, artisti, attori del sistema culturale pugliese sui principi e sul metodo di costruzione del Piano. "Letteratura vs Arte"; per confrontarsi con la letteratura di frontiera dei "Romanzi Impossibili"; per trovare settantuno festival culturali italiani riuniti nel "Superfestival"; per farsi trasportare dalle sonorità dello spazio "Music'n'Books"; per assaporare la quiete autentica entrando dentro "L'isola del silenzio"; per far crescere i propri figli e nipoti con un libro in mano grazie al "Bookstock Village"; per superare i confini della fantasia con le iniziative per Tolkien e King.

- la registrazione, in diretta al Salone (postazione P86 - Pad 3) di un audiolibro, Lo straniero di Albert Camus, organizzata da Edizioni Emons: a leggere il romanzo saranno attori e autori, editori e traduttori, librai, librodipendenti, insomma, chiunque lo vorrà, in una sala di registrazione per la prima volta allestita negli spazi della fiera.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.