Home Economia Manovra. PD. Dal 2018 addio a monete 1-2

Share

Home Economia Manovra. PD. Dal 2018 addio a monete 1-2

Dando uno sguardo agli emendamenti proposti per la manovra correttiva, si scopre che il Partito Democratico avrebbe proposto di eliminare le monete da 1 e da 2 centesimi a partire dal primo gennaio del 2018 (monete poco utilizzate e che hanno comunque un costo di produzione).

Tra le altre novità, previsti controlli più stretti per evitare l'evasione del bollo auto, con gli uffici del dipartimento dei Trasporti e le autofficine autorizzate a fare la revisione a cui spetterà il controllo del pagamento della tassa di proprietà e di quella tassa di circolazione del proprio mezzo, oltre il fatto che il mezzo non sia sottoposto a fermo amministrativo. "Con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, da adottarsi entro il primo settembre 2017", continua il testo, "si stabiliscono le modalità attraverso cui i pagamenti effettuati in contanti sono arrotondati nel periodo di sospensione". E' quanto chiedono due emendamenti del Pd (primi firmatari Bruno Bossio e Gandolfi) alla manovra-bis.

Tra i cassati ci sono le proposte fotocopia presentate da Pd, Sc e Lega per applicare, in modo certo e definitivo, l'Iva al 4% anche ai pani speciali e quella di Fratelli d'Italia e Sinistra Italiana che in due distinti emendamenti chiedevano l'abbassamento sempre al 5% dell'aliquota su pannolini, seggiolini, biberon e box.

Spunta anche una sorta di sanatoria per chiudere la vicenda dei dirigenti dell'Agenzia delle Entrate dichiarati illegittimi dalla Corte Costituzionale perché nominati senza concorso. No, invece, all'Iva agevolata sui prodotti per l'infanzia e sui pani speciali. A chiederlo il Pd, in un emendamento al dl manovra (la così detta manovrina) a prima firma Boccadutri. Gli indici, elaborati con una metodologia basata su analisi di dati e informazioni relativi a più periodi d'imposta, si legge nell'emendamento, "rappresentano la sintesi di indicatori elementari tesi a verificare la normalità e la coerenza della gestione aziendale o professionale, anche con riferimento a diverse basi imponibili, ed esprimono su una scala da 1 a 10 il grado di affidabilità fiscale riconosciuto a ciascun contribuente".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.