Grecia, sciopero generale 24 ore contro nuovo piano austerity

Share

Grecia, sciopero generale 24 ore contro nuovo piano austerity

Il governo di Alexis Tsipras ha varato un piano, dettato da Ue e Fmi, una riforma previdenziale nel 2019 che taglierà 2,49 miliardi di spesa e più tasse per 1,9 miliardi nel 2020 e una serie di contromisure sociali di pari importo se il paese rispetterà gli obiettivi di bilancio. La Grecia, tuttora in recessione, si ferma per il nuovo sciopero generale indetto dai sindacati contro le nuove misure di austerity richieste dai creditori e che sono al vaglio del Parlamento. Ad Atene, la polizia ha lanciato gas lacrimogeni contro alcuni giovani manifestanti che hanno attaccato gli agenti con sassi e petardi davanti al Parlamento, mentre si svolgeva una marcia di protesta.

I trasporti pubblici ad Atene, metro, bus, tram, funzioneranno a singhiozzo mentre i collegamenti marittimi fra le isole subiscono disagi già da diverse ore per lo sciopero di 48 ore dei marittimi.

Oltre 12.000 persone hanno manifestato ad Atene ed altre decine di migliaia nelle altre principali città, da Salonicco a Patrasso, ma le proteste sono degenerate in scontri con la polizia che hanno riportato la capitale greca ai tempi delle rivolte avvenute tra il 2010 e il 2012. Il piano siglato tra Atene e Pechino è una dichiarazione di intenti e non prevede al momento specifici contratti o impegni finanziari, precisa il quotidiano greco "Kathimerini". "Si tratta di investimenti sul tavolo per quanto riguarda la rete ferroviaria, i porti e gli aeroporti, e vanno dalle telecomunicazioni alle interconnessioni energetiche e agli investimenti in impianti energetici, compresi quelli nelle fonti rinnovabili", ha aggiunto Stergios Pitsiorlas, direttore del Fondo ellenico per le privatizzazioni (Taiped).

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.