Brasile: chieste le dimissioni del presidente Temer

Share

Brasile: chieste le dimissioni del presidente Temer

Un giornale ha pubblicato l'intercettazione del presidente Temer mentre discuteva di pagamenti di denaro in cambio del silenzio dell'ex presidente del parlamento Eduardo Cunha, attualmente in carcere per corruzione. Il presidente, viene sottolineato, "non ha autorizzato alcuna iniziativa per evitare la delazione".

A presentare le registrazioni sarebbero stati i titolari dell'azienda di trasformazione carni Jbs, Joesley e Wesley Batista, a loro volta coinvolti in un'inchiesta giudiziaria.

Inchiodato da una registrazione in cui dà il consenso al pagamento di tangenti e con il suo principale alleato politico, Aecio Neves, coinvolto nella vicenda, ora Temer potrebbe presentare le dimissioni.

Nuova bufera politica in Brasile dopo quella che ha portato alla deposizione del presidente Dilma Rousseff. Intanto, nella notte italiana si sono infuocate le proteste in piazza a Brasilia e San Paolo, principali città del Brasile. Il contenuto riprodurrebbe una conversazione fra Joesley e lo stesso Temer nella quale quest'ultimo avalla il pagamento di una tangente a favore dell'ex presidente della Camera e vice dello stesso Temer, Eduardo Cunha. Ora, dopo le ultime rivelazioni, il Partito dei Lavoratori di Rousseff e del suo predecessore Inacio Lula da Silva - anche lui sotto inchiesta e che si candidera' nel 2018 per le presidenziali - hanno chiesto le dimissioni di Temer insieme ad altri 5 partiti ed elezioni anticipate. Molto male anche per i titoli di stato, i cui rendimenti biennali sono esplosi di quasi 160 punti base al 10,56%, così come quelli decennali di 171 bp all'11,73%, in entrambi i casi riportandosi ai livelli più alti segnati tra dicembre e gennaio scorsi.

E mentre nel Paese scattano le proteste, in un discorso alla nazione trasmesso in tv, Temer ha ribadito con forza che non si dimetterà anzi rimarrà in carica "per chiarire fino in fondo una situazione a cui sono totalmente estraneo".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.