Austerity, Grecia in piazza. Tafferugli

Share

Austerity, Grecia in piazza. Tafferugli

Mentre il voto era in corso è scoppiata la rivolta: alcuni dimostranti hanno provato ad avvicinarsi al palazzo con bottiglie molotov, ma la polizia li ha allontanati lanciando gas lacrimogeni. Il parlamento greco, per rispondere alle richieste dei creditori, è stato costretto a approvare una nuova serie di misure di austerità concordate tra il governo di Alexis Tsipras e i creditori internazionali che metteranno ancora più alle strette la popolazione nei prossimi tre anni. Molti voli, soprattutto interni sono stati annullati, mentre i voli internazionali hanno subito cambiamenti di orario per lo sciopero dei controllori di volo. Una folla di manifestanti si è riunita mercoledì mattina in Piazza Klafthmonos nel centro di Atene.

La manovra sarà attuata nel 2019 e nel 2020, per convicere il Fmi a seguire col terzo programma di salvataggio da 86 miliardi di euro. Tsipras ha affermato che i contatti a livello culturale ed economico tra la Grecia e la Cina sono una tradizione storica iniziata migliaia di anni fa: "Ma una reale accelerazione degli scambi economici, culturali, nell'istruzione, nella ricerca e nel turismo, si è avuta solo negli ultimi anni con lo sviluppo di una partnership strategica bilaterale e poi con lo sviluppo della strategia One Belt One Road", ha dichiarato.

Le nuove misure, pari a circa 4 miliardi di euro e che comprendono anche un nuovo ciclo di tagli alle pensioni che entrerà in vigore dal 2019, sono state approvate con 153 voti favorevoli dei parlamentari di Syriza e dei loro alleati di destra, i Greci indipendenti.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.