Arrestato impiegato del Tribunale di sorveglianza di Palermo per corruzione

Share

Arrestato impiegato del Tribunale di sorveglianza di Palermo per corruzione

319 quater C.P. "induzione indebita a dare o promettere utilità", 615 ter C.P. "accesso abusivo ad un sistema informatico" e 346 C.P. "millantato credito". Claudio Ganci, un impiegato di 56 anni del Tribunale di sorveglianza di Palermo, è stato arrestato, oggi, da carabinieri del comando provinciale di Palermo.

Inoltre, l'impiegato si è introdotto nel sistema informatico dell'Anagrafe per carpire almeno un indirizzo anagrafico, e, millantando credito rispetto a un funzionario dell'Ufficio notificazioni, esecuzioni e protesti di Palermo, si è fatto promettere del denaro dal titolare di un'attività commerciale. Ad alcuni di loro lo stesso impiegato del tribunale avrebbe fornito informazioni acquisite dal sistema informatico dell'organismo giudiziario dietro il pagamento di somme di denaro.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.