Allarme tonno avariato dalla Spagna, alcuni casi di intossicazione anche a Jesolo

Share

Allarme tonno avariato dalla Spagna, alcuni casi di intossicazione anche a Jesolo

Allerta alimentare. E' allarme sulla presenza di istamina in alcuni lotti di tonno distribuiti dall'azienda andalusa Garciden anche in Italia, Germania e Portogallo.

L'allarme tonno avariato è scattato venerdì scorso a seguito della nota diramata dall ministero della Salute spagnolo Aecosan (Agencia Española de Consumo Seguridad Alimentaria y Nutrición) nella quale veniva riportata l'insorgenza di focolai di sindrome sgombroide che avrebbero colpito 105 persone.

Boom di intossicazioni alimentari da tonno. Ieri infatti la Usl 4 del Veneto Orientale, insieme al dipartimento di igiene e prevenzione, ha diramato una circolare rivolta a tutte le pescherie, i gestori di attività di ristorazione e i potenziali consumatori, lanciando l'allarme relativo alla partita di tonno avariata e all'insorgenza di focolai di sindrome sgombroide che avrebbero coinvolto 105 persone in Spagna.

In Italia le partite nel mirino delle autorità sono state sequestrate, ma questo non ha impedito che si verificassero alcuni casi, come quelli dei due fratelli di Treviso di 40 anni che sono finiti in ospedale sabato 13 maggio dopo aver mangiato della pasta con il tonno al ristorante Stiefel.

Come riconoscere la sindrome sgombroide? Il ministero della sanità, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti" ha invitato le persone che hanno comprato tonno fresco fra il 25 aprile e il 5 maggio a verificare se si tratta di pesce venduto dalla società Garciden, che conterrebbe dosi più alte di istamina. Le Autorità sanitarie italiane avevano già provveduto ad adottare i provvedimenti opportuni ponendo sotto sequestro le partite ricevute, ma dalla Spagna ora hanno avvisato che il tonno potrebbe comunque essere stato venduto allo stato sfuso in piccole quantità e in diversi formati nelle pescherie o in negozi che vendono al consumatore finale.

La sindrome sgombroide è una patologia che deriva dall'ingestione di pesce alterato che contiene istamina. Questa è facilmente riconoscibile, in quanto provoca numerosi sintomi che vanno dalla cefalea alla nausea, crampi addominali, eritemi, arrossamento della pelle, abbassamento della vista, tachicardia e diarrea. Questa malattia è legata all'inappropriato trattamento del pesce durante la pesca, l'immagazzinamento e la lavorazione.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.