Stadio, progetto fantasma: "Taglio alle opere pubbliche"

Share

Stadio, progetto fantasma:

E' quanto sottolineato dal presidente della commissione Marco Palumbo.

"A quanto pare - prosegue - siamo passati da un'opera con 1,7 miliardi di euro di interventi con il 30% di opere pubbliche ad una percentuale del 6% sull'investimento del privato". Dopo oltre un'ora di confronto la seduta è stata tolta con l'ipotesi che possa essere riconvocata rivolgendo un nuovo invito agli uffici perché "non si sono presentati né l'assessore, per un impegno precedente, né il capo dell'Avvocatura, impegnato al Tar, né gli uffici interpellati fatto salvo il dipartimento Urbanistica".

Per l'estate il nuovo progetto sarà stato visionato dai Municipi e dalle commissioni interessate. "Alcuni tempi dipendono da altri soggetti, tra cui il proponente, Eur Nova che però ha più fretta di tutti quindi dovrebbe procedere velocemente - ha spiegato Pacciani - Dalla delibera di giunta, del 30 marzo scorso, l'amministrazione ha 90 giorni di tempo per deliberare in assemblea capitolina. Entro fine giugno dovremmo arrivare alla conclusione dell'iter che dovrebbe portare quindi a una delibera dell'assemblea". L'obiettivo è mettere in condizione l'Assemblea Capitolina di votare per il 30 giugno la nuova delibera di pubblico interesse. "In questo frangente si è inserita la chiusura della conferenza dei servizi che era centrata invece sul progetto originario, quello con i grattacieli, con esito negativo, rinviando alle controdeduzioni del proponente in merito al procedimento di istituzione del vincolo architettonico sull'ippodromo di Tor di Valle, che se confermato diventerà definitivo e vincolante per tutti e chiunque dovrà rispettarlo".

Resta avvolto nel mistero il nuovo progetto dello #stadiofattobene.

UN PROGETTO SCONOSCIUTO - Particolarmente critico si è mostrato il presidente della commissione Trasparenza Marco Palumbo (PD).

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.