Pochi fedeli, niente messa Si fa solo su prenotazione

Share

Pochi fedeli, niente messa Si fa solo su prenotazione

A incuriosire il web e gli internauti è stato il parroco della chiesa della frazione di Le Vignole, nel Veneziano, il quale chiude la chiesa per mancanza di fedeli appendendo un cartello per sull'entrata. Adecidere da alcuni mesi di celebrare la messa solo su richiestadei residenti, in tutto una quarantina di persone, è stato ilparroco, don Mario Sgorlon. E poi la chiosa: "Don Mario è disponibile su richiesta", con tanto di numero di telefono.

Il fatto è avvenuto ieri, per la festività della Pasqua, e anche la domenica precedente, per la celebrazione delle Palme. Si parla della messa infrasettimanale, che tanti preti ormai saltano perché appunto in chiesa non ci sono fedeli: alla mattina presto si corre al lavoro, alla sera si arriva tardi sempre a causa del lavoro, almeno nelle grandi città. "Insomma, celebrare così non ha senso".

L'isola delle Vignole è abitata da 40 persone, tutti pensionati o contadini.

Don Mario spiega a La Repubblica che "ormai va così".

Venezia e le isole della laguna sono una delle mete preferite a Pasqua, ma chi ci va, evidentemente, non ha la messa del giorno della Resurrezione in cima ai pensieri. Qualche esempio? Guardate la differenza tra quelli che vanno a Messa e quelli che (ancora) si confessano; fra coloro che si dichiarano cattolici e quelli che lo fanno senza subito aggiungere che la Chiesa, a detta loro, "dovrebbe aggiornarsi"; tra quanti si recano fisicamente in chiesa e quanti si accostano consapevolmente all'Eucaristia, senza chiacchierare, guardare il telefonino né filarsela con scatti alla Usain Bolt durante il canto finale, come spessissimo capita, col celebrante ancora sull'altare. Cattiva pubblicità? Le ragioni possono essere diverse ma quando a Mongiano viene detto che in sala non c'è nessuno, lui risponde: "Vado in scena lo stesso, lo spettacolo stasera si farà".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.