Migranti,Di Maio:su ong-trafficanti non passo indietro ma avanti

Share

Migranti,Di Maio:su ong-trafficanti non passo indietro ma avanti

"La nazionalizzazione - ha proseguito l'esponente M5S - è un tema che in questo momento non possiamo discutere perché prima ci vuole un piano industriale". Ai microfoni della trasmissione televisiva Agorà, Zuccaro infatti aveva parlato del legame fra i trafficanti di uomini sulle coste della Libia e alcune ONG, parlando di un traffico "che sta fruttando quanto quello della droga".

Se lo chiede Luigi di Maio, vicepresidente della Camera dei Deputati. Un Governo serio dovrebbe mettersi a disposizione di quel magistrato fornendogli tutti gli strumenti per arrivare alla verità.

Ora è chiaro che bisogna distinguere tra ONG e ONG, quelle che operano da tanto tempo su tutti gli scenari internazionali facendo veramente un gran bel lavoro, parlo di Medici Senza Frontiere, Save The Children soprattutto, che sono organizzazioni che hanno certamente scopi umanitari. Ma questo è il Governo del business sull'immigrazione. Potrebbe anche essere, forse la cosa potrebbe essere anche più inquietante, che si perseguano da parte di alcune di queste ONG finalità diverse, di destabilizzazione per esempio dell'economia italiana. "In questo modo, quando vogliono venire in Italia, i migranti devono fare domanda e noi dobbiamo avere la possibilità di dire chi può venire e chi no. In Paesi come Niger e Nigeria possiamo fare già da filtro, perché dovremmo rispedire indietro l'80 per cento di quelli che arrivano, perché non possono restare".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.