Il Carpi batte il Bari e si riaffaccia in zona playoff

Share

Il Carpi batte il Bari e si riaffaccia in zona playoff

Disastro Bari. Non ci sono altri termini per definire l'ennesima prestazione incolore offerta dagli uomini di Colantuono. Il bari solletica, il Carpi affonda e lo sfortunato autogol di Tonucci spezza le gambe ai pugliesi. La reazione del Bari è affidata al solo Galano, che impegna un paio di volte Belec. Dobbiamo tornare a fare punti se vogliamo riprendere il treno play-off, anche oggi non eravamo inferiori. Il tecnico ex Udinese schiera il 4-3-3 con Micai, Sabelli, Tonucci, Moras e Daprelà in difesa. In mancanza dell'indisponibile Romizi, il ruolo di play di centrocampo è affidato a Basha, mentre sulle corsie laterali agiscono Macek e Salzano. Il rientro dell'esterno dà vigore alla manovra, con Mbakogu e Lasagna che dialogano al meglio nel 4-4-2.

Partita equilibrata nel primo quarto d'ora con le due squadre che si studiano senza rischiare nulla. Al 21esimo il Carpi prova a chiudere i conti con un inserimento di Concas che, servito da Lasagna, non riesce a inquadrare la porta. Tre minuti dopo è Galano a impensierire il portiere emiliano con un tiro centrale. Proprio al futuro attaccante dell'Udinese viene annullato il goal del raddoppio nel finale di primo tempo per un presunto tocco di mano. Il nuovo entrato si rende subito pericoloso con una punizione deviata in angolo dalla barriera.

I biancorossi cercano di riagguantare il match ma non riescono a costruire azioni pericolose. Colantuono tenta il tutto per tutto e inserisce Parigini al posto di Martinho.

Carpi (4-4-2): Belec; Letizia, Struna, Poli, Bianco; Di Gaudio (75' Jelenic), Concas, Sabbione, Lollo; Mbakogu, Lasagna. All.

Micai 5.5; Sabelli 5, Tonucci 4, Moras 4.5, Daprela' 5; Macek 5.5 (6' st Furlan 5.5), Basha 5 (38' st Greco sv), Salzano 5.5; Galano 6, Maniero 5, Martinho 5 (26' st Parigini 5).

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.