Usa, la tempesta "Stella" si abbatte sulla Costa Est


Usa, la tempesta "Stella" si abbatte sulla Costa Est

Share

Usa, la tempesta

Le temperature sono crollate sotto lo zero dopo un primo assaggio di primavera sul Nord Est degli Stati Uniti, con la neve che è tornata a cadere fino anche a New York.

Gli stati di New York e del New Jersey hanno dichiarato lo stato di emergenza dalla mezzanotte e in Connecticut c'è il divieto di mettersi in viaggio a partire dall'alba. Cancellati oggi 5.400 voli, scuole e uffici pubblici chiusi.

E' stata chiamata 'Stella' ed è stata definita come la peggiore tempesta di neve dell'anno.

Secondo i meteorologi le raffiche di vento potranno arriverare fino a 90 km orari, e in poche ore si accumuleranno fino a 60 centimetri di neve.

La visita della cancelliera tedesca Angela Merkel è stata rinviata a venerdì per l'attesa bufera di neve attesa da stanotte sulla costa nordorientale americana, Washington Dc compresa: lo ha detto Sean Spicer, portavoce della Casa Bianca, nel suo briefing quotidiano. Il Governatore del Maryland, Larry Hogan, ha sollecitato la popolazione a non cullarsi in un fasullo senso di sicurezza, scrive il sito Dailynews.com, a causa del fatto che finora l'inverno non è stato troppo rigido. E a proposito della Grande Mela, dove perfino il Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite è rimasto chiuso, anche il sindaco Bill De Blasio, consapevole che il manto bianco con cui si è risvegliata New York nelle prossime ore potrebbe superare il mezzo metro, ha messo in campo un dispiegamento di forze senza precedenti: con 2400 operai e 689 macchine spargisale per quella che il primo cittadino non ha esitato a definire come una "tremenda sfida". Anche il presidente Donald Trump si è mosso immediatamente.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.