Tre, il roaming su reti Wind disponibile forse già ad aprile


Tre, il roaming su reti Wind disponibile forse già ad aprile

Share

Il Berec (Ufficio dell'Organismo dei regolatori europei delle comunicazioni elettroniche) ha inoltre dettato degli orientamenti specifici sullo zero rating per aiutare le autorità a valutare in modo organico in che misura le scelte degli utenti vengono limitate dalle condizioni tecnico-commerciali di un'offerta. Ebbene, secondo quanto emerso proprio in queste ore tramite i colleghi di Mondo3 pare che la fusione Wind e 3 Italia sotto questo punto di vista possa effettivamente bruciare le tappe, visto che alcuni possessori di SIM 3 riportano esperienze estremamente interessanti.

In questi giorni il nuovo operatore Wind Tre non solo ha dovuto far fronte alle contestazioni di Fastweb, per nulla d'accordo sulla joint venture fra Wind e H3G, ma anche con l'Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni (AgCom). Queste due app, infatti, non vanno ad erodere il traffico acquistato dai clienti.

Come spiega Repubblica, il Garante sospetta una discriminazione da parte di Tre e Wind nei confronti degli altri servizi musicali e di chat.

"Si ritiene che le offerte zero rating di Wind e Tre determinino una discriminazione del traffico zero-rated rispetto al restante traffico".

In caso contrario i due operatori andranno incontro a procedimenti penali e a sanzioni.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.